Genova, anziana uccisa a colpi di forbici: aveva appena ritirato la pensione

L’abitazione è stata messa a soqquadro e l’anziana è stata aggredita a colpi di forbici. Poi l’ultimo, quello fatale, alla gola.


Aveva ritirato la pensione da poche ore quando è stata rapinata in casa, forse da qualcuno che conosceva, qualcuno di cui si fidava al punto da aprirgli la porta di casa, ma che non ha esitato a ucciderla piantandole un paio di forbici in gola.

E’ deceduta così l’anziana Giovanna Mauro, la 90enne trovata morta ieri pomeriggio nel suo appartamento nel quartiere di Borgoratti, a Genova. A fare il macabro ritrovamento, e lanciare l’allarme, sono stati alcuni vicini di casa.

In casa nessun segno di effrazione, segno che l’assassino è riuscito a farsi aprire la porta da quella donna che, a 90 anni, viveva da sola e non aveva figli. Ieri mattina aveva ritirato la pensione, poche ore l’assassino si è presentato a casa sua e lei lo ha lasciato entrare.

L’esatta dinamica è ancora da chiarire. Quello che è certo è che l’abitazione è stata messa a soqquadro e l’anziana è stata aggredita a colpi di forbici. Poi l’ultimo, quello fatale, alla gola.

Gli inquirenti stanno cercando in queste ore di capire se e cosa il killer sia riuscito a rubare e allo stesso tempo stanno sentendo i vicini di casa della donna nella speranza che abbiano visto o sentito qualcosa che possa aiutare le indagini.

I Video di Blogo