Ruslana Korshunova e Terry Broome: belle , fragili, dannate

Erano pochi giorni fa, il 26 giugno, ma era il 1984. In corso Magenta, a Milano, Terry Broome, una modella che non lo sarebbe mai diventata veramente, ammazzava Francesco d’Alessio, playboy figlio dell’avvocato romano Carlo d’Alessio. Erano gli anni in cui sotto i vestiti non c’era niente. Terry era arrivata in Italia sperando di ricalcare


Erano pochi giorni fa, il 26 giugno, ma era il 1984. In corso Magenta, a Milano, Terry Broome, una modella che non lo sarebbe mai diventata veramente, ammazzava Francesco d’Alessio, playboy figlio dell’avvocato romano Carlo d’Alessio. Erano gli anni in cui sotto i vestiti non c’era niente. Terry era arrivata in Italia sperando di ricalcare le orme della sorella Donna Broome e finisce in uno di quei vortici fatti di feste a cui tutti vorremmo andare, solo che alla fine ci scappa il morto. Terry uccide d’Alessio un mattino, verso le sei e mezza.

Ruslana Korshuonova
Ruslana Korshuonova
Ruslana Korshuonova
Ruslana Korshuonova
Ruslana Korshuonova
Ruslana Korshuonova

Si presenta a casa sua, suona alla porta, fa partire un colpo dalla Smith e Wesson che ha preso al fidanzato. C’è una collutazione e il primo colpo sparato si trasforma in quattro proiettili. D’Alessio muore: era stato un insistente corteggiatore, aveva messo in giro strane voci, che Terry temeva potessero stroncare la sua mai nata carriera:

era stata insultata, era stata mortificata, era stata trattata come un animale, non certo come un essere umano

Scontata la sua pena, ora vive in Carolina.

Ruslana Korshunova invece aveva ventuno anni, arrivava dal Kazakhstan. Aveva ventuno anni, il che significa 1987, anno di cui ho già ricordi, e piuttosto nitidi. Faceva la modella in una di quelle vite da sogno, ma come ben si sa, quando l’inconscio si manifesta un pò troppo, il sogno diventa incubo. In quel caso ti svegli. Oppure prendi e ti butti dal balcone, dal nono piano di un palazzo in Water Street a New York. Una ragazza fragile, Ruslana, come abbiamo raccontato qualche post fa. Non è ancora ben chiaro perchè si sia buttata. E non vuol dire nulla il “sembrava felice, non aveva motivi per uccidersi”. Su questo link la pagina di Facebook creata in ricordo della modella ventenne.

Ruslana Korshuonova
Ruslana Korshuonova
Ruslana Korshuonova
Ruslana Korshuonova
Ruslana Korshuonova
Ruslana Korshuonova
Ruslana Korshuonova
Ruslana Korshuonova
Ruslana Korshuonova
Ruslana Korshuonova
Ruslana Korshuonova

I Video di Blogo