Giro d’Italia 2013 | Ottava tappa | Gabicce Mare – Saltara: Dowsett vince la crono, Wiggins secondo, Nibali Maglia Rosa!

Alex Dowsett della Movistar ha vinto la cronometro individuale di 54,8 km da Gabicce Mare a Saltara.

Dopo la prima settimana Vincenzo Nibali ha già la Maglia Rosa sulle spalle grazie a un’ottima crono e un po’ anche in virtù dei problemi del suo rivale Bradley Wiggins, scivolato nella tappa di ieri (ma era scivolato anche il siciliano) e oggi costretto a cambiare bici dopo 18′ di cronometro per una foratura.

Un altro britannico, Alex Dowsett della Movistar, può festeggiare la vittoria della crono da Gabicce Mare a Saltara.

Giro d’Italia 2013 – Classifica Generale: la Maglia Rosa
Giro d’Italia 2013 – Classifica a punti: la Maglia Rossa
Giro d’Italia 2013 – Classifica Giovani: la Maglia Bianca
Giro d’Italia 2013 – Classifica Scalatori: la Maglia Azzurra

Ecco le prime dieci posizioni della crono:

17:21 – Intxausti è ben oltre la trentesima posizione in questa crono, ma la sua squadra, la Movistar, può festeggiare per la vittoria di tappa di Alex Dowsett.

17:18 – Deve ancora arrivare Beñat Intxausti Elorriaga, ma è già oltre 1h 17″ e dunque non impensierisce Nibali.

17:14Vincenzo Nibali è Maglia Rosa!!! L’italiano chiude la crono in quarta posizione con soli 21″ di ritardo da Dowsett (che dunque vince la tappa) e 11″ da Wiggins.

17:13 – Ryder Hesjedal chiude con 2′ 23″ di ritardo rispetto a Dowsett.

17:12 – Crisi nera per Hesjedal, Nibali ha recuperato tantissimo rispetto al canadese, ora sono entrambi nei metri finali.

17:06 – 1h 09′ 45″ il tempo al secondo intermedio per Vincenzo Nibali, 1′ 07″ di ritardo rispetto a Dowsett e 8″ rispetto a Wiggins, vuol dire che il siciliano è andato fortissimo nella prima parte, ma ha perso tanto nella seconda, quella in cui, invece, l’inglese ha recuperato molto.

17:05Ryder Hesjedal per ora è in 16esima posizione, al secondo intermedio ha un ritardo di 1′ 45″ da Wiggins.

17:02 – 1h 17′ 06″ il tempo di Cadel Evans che ha dunque un ritardo di 39″ rispetto a Dowsett. Se Nibali fa meglio potrebbe indossare la Maglia Rosa…

16:59 – Si è saputa finalmente la causa del cambio di bici di Bradley Wiggins: foratura della ruota anteriore. Davvero sfortunato l’inglese.

16:55 – Cadel Evans sta per arrivare al traguardo. A Nibali mancano 10 km.

16:52 – Nibali, che è partito tre minuti dopo Hesjedal, ora ha il canadese praticamente a vista, quindi ha un grande vantaggio rispetto al vincitore del Giro 2012.

16:48Luca Paolini è arrivato al traguardo con 8′ 312 di ritardo rispetto a Dowsett e dunque esce di classifica, ma certamente questo è stato un bel giro per lui che ha potuto indossare la Maglia Rosa fino a ieri.

16:47 – Mancano 20 km all’arrivo per Vincenzo Nibali e la sua pedalata è perfetta.

16:45Samuel Sanchez è arrivato con ben 3′ 17″ di ritardo rispetto a Dowsett.

16:42Michele Scarponi arriva con un ritardo di 53″ da Dowsett e 43″ da Wiggins. Per ora è ottavo e il suo bilancio in questa crono è certamente positivo.

16:39 – Messi a confronto Nibali e Wiggins si capisce che l’italiano ha recuperato tempo in discesa approfittando forse anche dell’asfalto più asciutto rispetto a quello che ha trovato il britannico che è partito poco meno di un’ora prima.

16:37 – 1′ 05″ di ritardo all’intermedio di Pesaro per la Maglia Rosa Beñat Intxausti Elorriaga rispetto a Vincenzo Nibali.

16:33Vincenzo Nibali ha il miglior tempo all’intermedio! 36′ 12″ per il capitano dell’Astana, un minuto in meno rispetto a Wiggins e questo dice tanto per la classifica generale se lo Squalo dello Stretto riesce a mantenersi su questi livelli fino alla fine.

16:31Ryder Hesjedal all’intermedio ha fatto registrare un tempo di 37′ 03″, un ritardo di 13″ da Michele Scarponi e 9″ in meno rispetto all’intermedio di Wiggins.

16:24Bradley Wiggins chiude al secondo posto con un ritardo di soli 10″, vuol dire che ha recuperato tantissimo negli ultimi 3 km e che se non avesse dovuto cambiare bici molto probabilmente avrebbe vinto la tappa…

16:22 – Con un tempo di 36′ 42″ Cadel Evans è secondo all’intermedio di Pesaro con un ritardo di 22″ da Dowsett.

16:18 – A circa 3 km dall’arrivo Wiggins ha 59″ di ritardo da Dowsett.

16:16 – Nibali sempre impeccabile in discesa.

16:11Tanel Kangert dell’Astana sul traguardo è secondo dietro Dowsett con 14″ di ritardo.

16:10 – Tutti in strada quattro dei favoriti per la vittoria finale: Wiggins, Nibali, Hesjedal ed Evans.

16:03 – Henao e Kelderman ormai stanno correndo praticamente insieme. Il colombiano del team Sky ha guadagnato un minuto sull’olandese del team Blanco, ma ormai non riesce a staccarlo più.

16:02 – Ottimo l’intertempo di Michele Scarponi che è terzo per ora a 30″ di ritardo da Alex Dowsett e con 22″ di vantaggio rispetto a Wiggins.

16:01 – Ora è partito l’ultimo corridore, la Maglia Rosa Beñat Intxausti Elorriaga.

15:57 – Partito Vincenzo Nibali, sempre molto tranquillo lo Squalo dello Stretto, che, come raccontano i suoi compagni, è capace di dormire in macchina fino a dieci minuti prima della partenza della crono.

15:56 – Intanto il pubblico incoraggio Wiggins, ma chissà fino a che punto al britannico fa piacere…

15:54 – Partito Hesjedal che l’anno scorso ha ribaltato la classifica proprio grazie alla sua ottima prestazione nella crono, anche se non è propriamente uno specialista. Questo percorso per lui potrebbe essere favorevole e, al contrario di Wiggins, il canadese va d’accordo con l’asfalto bagnato.

15:51 – Ora devono partire solo il vincitore del Giro 2012 Ryder Hesjedal, Vincenzo Nibali e l’attuale Maglia Rosa Beñat Intxausti Elorriaga.

15:45 – Wiggins è ottavo all’intermedio di Pesaro con 52″ di ritardo rispetto a Dowsett. Il britannico ha perso tempo non solo con il cambio di bicicletta, ma anche rallentando sull’asfalto un po’ umido in alcune zone d’ombra. In realtà, secondo quanto dicono gli operatori in moto, l’aderenza era perfetta anche in quei tratti, ma forse il britannico si è un po’ impaurito dopo le disavventure di ieri sulla strada bagnata.

15:43 – Dopo l’intermedio di Pesaro Henao, compagno di squadra di Wiggins, è secondo, 27″ dietro Dowsett.

15:39 – Sempre molto prudente Bradley Wiggins sulle curve. Il britannico è un po’ nervoso dopo quello che gli è successo, ha fatto un segno con la mano alla moto che lo segue con la telecamera perché la vorrebbe più distante. Nel tratto che sta percorrendo ora l’asfalto è umido e ha rallentato.

15:38 – Alex Dowsett ha già commentato la tappa su Twitter definendola la crono più difficile della sua carriera, ecco il tweet

 

15:33 – Wiggins ha approfittato di un tratto in rettilineo per alimentarsi con un gel che teneva sotto al body sulla coscia destra (non ha tasche).

15:30 – Dal punto di vista aerodinamico la bici che sta usando ora Wiggins, che è più vecchia, è peggiore rispetto a quella con cui è partito. Eccole a confronto

15:26 – Clamoroso, si ferma Wiggins per cambiare la bici! Sempre molto sfortunato il britannico con i problemi meccanici, ma forse se la sentiva… lui è l’unico che è partito con due bici di scorta, tutti gli altri ne hanno solo una.

15:25 – Alex Dowsett, al momento saldamente al comando, se la ride al traguardo, dove è già arrivato già da un pezzo e aspetta tutti gli altri.

15:20 – Bradley Wiggins ha già superato Danilo Di Luca, tra poco potrebbe riprendere anche il suo compagno del team Sky Henao che è partito due minuti prima.

15:19 – Luca Paolini è già partito, tra pochi minuti tocca a Michele Scarponi.

15:18 – Dopo 6 km Wiggins è a solo un centinaio di metri da Danilo Di Luca che è partito un minuto prima di lui,

15:15 – Intanto è partito Thomas Danielson e da questo momento in poi tutti gli altri partiranno a tre minuti di distanza l’uno dall’altro. Tra poco tocca a Luca Paolini, che ieri ha salutato la Maglia Rosa.

14:15 – Questa mattina Wiggins ha provato di nuovo il percorso di questa crono, ma solo fino a Pesaro, dove c’è il rilevamento intermedio.

15:11 – Dopo le prime curve affrontate da Wiggo con molta prudenza, ora il capitano della Sky è in posizione aerodinamica sulla sua bicicletta realizzata in Italia.

15:08 – Ecco al via Bradley Wiggins: il più atteso di tutti per questa crono. Un fattore positivo per il britannico è che ora sul primo tratto del percorso, che è anche il più difficile, c’è il sole, quindi l’asfalto è asciutto.

15:02 – Non cambiano per ora le prime cinque posizioni di questa cronometro.

14:55 – Oggi il tempo è migliore di ieri, ma non è il massimo per i ciclisti impegnati nella crono: a tratti piove, a tratti c’è il sole, ma non c’è vento.

14:45 – Quando sono partiti già 156 ciclisti è il britannico della Movistar Alex Dowsett a comandare con un tempo di 1h 16′ 27″. Dietro di lui per ora Stef Clement del team Blanco con 32″ di ritardo, Luke Durbridge dell’Orica GreenEDGE con 35″ di ritardo e Manuele Boaro a +45″.

Giro d’Italia 2013 in diretta: ottava tappa Gabicce Mare – Saltara in tempo reale

Dovrebbe essere la giornata di Bradley Wiggins: è finalmente arrivata la sua tappa, la cronometro da Gabicce Mare a Saltara che seguiremo con aggiornamenti in diretta, immagini e tempi dei corridori che man mano percorreranno la frazione dalle ore 14:55 qui su Outdoorblog.it.

Giro d’Italia 2013: news, pronostici e classifiche

C’è una cosa da dire però su questa crono individuale: non è propriamente una crono per specialisti e non sono escluse sorprese. Il percorso è molto duro, nella parte iniziale, per quasi 55 km, non ci sono rettilinei, ma c’è la salita verso Gabicce Monte e poi falsopiano e la discesa in picchiata. Quando si arriva a Pesaro per il rilevamento del tempo intermedio la carreggiata diventa stretta e non c’è più asfalto, ma porfido.

Dopo l’intermedio il percorso diventa pianeggiante per un po’, ma poi c’è di nuovo una salita, in alcuni punti piuttosto ripida, verso Novilara. In seguito si scende verso Fenile tra tante curve che possono incidere notevolmente sul tempo, poi c’è un tratto piano di 12 km e poi di nuovo salita, molto dura, con una pendenza media del 13%, negli ultimi 400 metri.

Insomma, una cronometro particolarmente difficile che potrebbe incidere sulla classifica generale che vede per ora al comando lo spagnolo della Movistar Beñat Intxausti Elorriaga. Vincenzo Nibali è a soli 5″ dalla Maglia Rosa, mentre Bradley Wiggins è a 1′ 32″, un ritardo enorme accumulato nella tappa di ieri da Marina San Salvo a Pescara, caratterizzata dalla pioggia che ha causato molto cadute e scivolate.

Il primo corridore al via sarà l’australiano del team Blanco Pro Cycling Jack Bobrige, che solitamente è un buon cronoman e il suo tempo darà subito indicazioni molto utili per capire fino a che punto può essere complicato il percorso di oggi. Poi partirà un ciclista al minuto fino alle 15:15, quando toccherà a Tom Danielson e a quel punto i ciclisti successivi partiranno ogni tre minuti. A Bradley Wiggins, molto atteso, toccherà alle 15:08, mentre a Vincenzo Nibali alle 15:57. La Maglia Rosa Beñat Intxausti Elorriaga partirà per ultimo alle 16.

ll tempo stimato per percorrere i 54,8 km di questa crono è tra un’ora e 5 e un’ora e 12 minuti in totale.
Ecco l’ordine di partenza con l’indicazione anche della squadra di appartenenza di ogni corridore e l’orario:

1 – Jack Bobridge (Blanco Pro Cycling) ore 12:10
2 – Mattia Gavazzi (Androni) 12:11
3 – Rafael Andriato (Vini Fantini) 12:12
4 – Maxim Belkov (Katusha) 12:13
5 – Miguel Minguez Ayala (Euskaltel Euskadi) 12:14
6 – Laurent Pichon (FDJ) 12:15
7 – Kenny Dehaes (Lotto Belisol) 12:16
8 – Francesco Chicchi (Vini Fantini) 12:17
9 – Wilson Marentes Torres (Colombia) 12:18
10 – David Millar (Garmin Sharp) 12:19
11 – Adam Blythe (BMC) 12:20
12 – Davide Appolonio (Ag2r La Mondiale) 12:21
13 – Nathan Haas (Garmin Sharp) 12:22
14 – Tomas Aurel Gil Martinez (Androni) 12:23
15 – Pim Lighthart (Vacansoleil) 12.24
16 – Yaroslav Popovych (RadioShack Leopard) 12:25
17 – Dmitry Kozontchuk (Katusha) 12:26
18 – Brian Bulgac (Lotto Belisol) 12:27
19 – Gert Steegmans (Omega Pharma Quick Step) 12.28
20 – Bert De Backer (Argos Shimano) 12:29
21 – Edwin Alci Avila Vanegas (Colombia) 12:30
22 – Jens Mouris (Orica GreenEDGE) 12:31
23 – Jesse Sergent (RadioShack Leopard) 12:32
24 – Nacer Bouhanni FDJ 12:33
25 – Dmitriy Gruzdev (Astana) 12:34
26 – Robert Hunter (Garmin Sharp) 12:35
27 – Dario Cataldo (Sky) 12:36
28 – Danny Pate (Sky) 12:37
29 – Stephen Cummings (BMC) 12:38
30 – Iljo Keisse (Omega Pharma Quick Step) 12:39
31 – Ricardo Mestre (Euskaltel Euskadi) 12:40
32 – Julien Berard (Ag2r La Mondiale) 12:41
33 – Manuel Belletti (Ag2r La Mondiale) 12:42
34 – Frederik Willems (lotto Belisol) 12:43
35 – Taylor Phinney (BMC) 12:44
36 – Maarten Wynants (Blanco) 12:45
37 – Svein Tuft (Orica GreenEDGE) 12:46
38 – Thomas Dekker (Garmin Sharp) 12:47
39 – Alex Dowsett G (Movistar) 12:48
40 – Maurits Lammertink (Vacensoleil) 12:49
41 – Gianluca Brambilla (Omega Pharma Quick Step) 12:50
42 – Xabier Zandio Echaide (Sky) 12:51
43 – Willem Wauters (Vacansoleil) 12:52
44 – Luke Durbridge AUS (Orgica GreenEdge) 12:53
45 – Alan Marangoni (Cannondale) 12:54
46 – Pavel Brutt (Katusha) 12:55
47 – Ioannis Tamouridis (Euskaltel Euskadi) 12:56
48 – Tobias Ludvigsson (Argos Shimano) 12:57
49 – Hayden Roulston (RadioShack Leopard) 12:58
50 – Julien Vermote (Omega Pharma Quick Step) 12.59
51 – Daniel Oss (BMC) 13:00
52 – Eros Capecchi (Movistar) 13:01
53 – Johan Le Bon (FDJ) 13.02
54 – Albert Timmer (Argos Shimano) 13:03
55 – Roberto Ferrari (Lampre Merida) 13:04
56 – Vladimir Gusev (Katusha) 13:05
57 – Patrick Gretsch (Argos Shimano) 13:06
58 – Manuele Boaro (Team Saxo Tinkoff) 13:07
59 – Marco Canola (Bardiani) 13:08
60 – Dirk Bellemakers (Lotto Belisol) 13:09
61 – Oscar Gatto (Vini Fantini) 13:10
62 – Luka Mezgec (Argos Shimano) 13:11
63 – Giairo Ermeti (Androni) 13:12
64 – Paolo Tiralongo (Astana) 13:13
65 – Mark Cavendish (Omega Pharma Quick Step) 13:14
66 – Stef Clement (Blanco) 13:15
67 – Giacomo Nizzolo (RadioShack Leopard) 13:16
68 – Stefano Garzelli (Vini Fantini) 13:17
69 – Matthew Harley Goss (Orica GreeEDGE) 13:18
70 – Maarten Tjallingii (Blanco) 13:19
71 – Grega Bole (Vacansoleil) 13:20
72 – Matti Breschel (Team Saxo Tinkoff) 13:21
73 – Cameron Wurf (cannondale) 13.22
74 – Murilo Antonio Fischer (FDJ) 13:23
75 – Juan Jose Cobo Acebo (Movistar) 13:24
76 – Alessandro Proni (Vini Fantni) 13:25
77 – Filippo Pozzato (Lampre Merida) 13:26
78 – Brett Lancaster (Orica GreeEDGE) 13:27
79 – Sacha Modolo (Bardiani) 13:28
80 – Dalivier Ospina Navarro (Colombia) 13:29
81 – Daniele Bennati (Team Saxo Tinkoff) 13:30
82 – Nicola Boem (Bardiani) 13:31
83 – Karsten Kroon (Team Saxo Tinkoff) 13:32
84 – George Bennett (RadioShack Leopard) 13:33
85 – Sonny Colbrelli (Bardiani) 13:34
86 – John Degenkolb (Argos Shimano) 13:35
87 – Matteo Trentin (Omega Pharma Quick Step) 13:36
88 – Christian Meier (Orica GreenEDGE) 13:37
89 – Tiziano Dall’Antonia (Cannondale) 13:38
90 – Elia Viviani (Cannondale) 13:39
91 – Carlos Julian Quintero (Colombia) 13:40
92 – Fabio Sabatini (Cannondale) 13:41
93 – Fredrik Carl Kessiakoff (Astana) 13:42
94 – Pablo Lastras Garcia (Movistar) 13:43
95 – Daniele Pietropolli (Lampre Merida) 13:44
96 – Anthony Roux (FDJ) 13:45
97 – Jérome Pineau (Omega Pharma Quick Step) 13:46
98 – Fabio Taborre (Vini Fantini) 13:47
99 – Lars Ytting Bak (Lotto Belisol) 13:48
100 – Christian Vandevelde (Garmin Sharp) 13:49
101 – Gert Dockx (Lotto Belisol) 13:50
102 – Dominique Rollin (FDJ) 13:51
103 – Christian Knees (Sky) 13:52
104 – Sylvain Georges FRA (Ag2r La Mondiale) 13:53
105 – Thomas Damuseau (Argos Shimano) 13:54
106 – Robert Vrecer (Euskaltel Euskadi) 13:55
107 – Vicente Reynes Mimo (Lotto Belisol) 13:56
108 – Koen De Kort (Argos Shimano) 13:57
109 – Ramunas Navardauskas (Garmin Sharp) 13:58
110 – Danilo Wyss (BMC) 13:59
111 – Mads Christensen (Team Saxo Tinkoff) 14:00
112 – Paul Martens (Blanco) 14:01
113 – Rob Ruijgh (Vacansoleil) 14:02
114 – Valerio Agnoli (Astana) 14:03
115 – Martijn Keizer (Vacansoleil) 14:04
116 – Frederik Veuchelen (Vacansoleil) 14:05
117 – Salvatore Puccio (Sky) 14:06
118 – Edoardo Zardini (Bardiani) 14:07
119 – Alessandro Vanotti (Astana) 14:08
120 – Nelson Filipe Oliviera (RadioShack Leopard) 14:09
121 – Gor Verdugo Marcotegui (Euskaltel Euskadi) 14:10
122 – Ben Gastauer (Ag2r La Mondiale) 14:11
123 – Danilo Hondo (RadioShack Leopard) 14:12
124 – Guillaume Bonnafond (Ag2r La Mondiale) 14:13
125 – Serge Pauwels (Omega Pharma Quick Step) 14:14
126 – Jackson Rodriguez (Androni) 14:15
127 – Sarmiento Tunarrosa (Cannondale) 14:16
128 – Paolo Longo Borghini (Cannondale) 14:17
129 – Kristijan Durasek (Lampre Merida) 14:18
130 – José Herrada Lopez (Movistar) 14:19
131 – Andrey Zeits (Astana) 14:20
132 – Marco Marcato (Vacansoleil) 14:21
133 – Fabio Felline (Androni) 14:22
134 – Adam Hansen (Lotto Belisol) 14:23
135 – Robinson Chalapud Gomez (Colombia) 14:24
136 – Francisco Ventoso Alberdi (Movistar) 14:25
137 – Angel Vicioso Arcos (Katusha) 14:26
138 – Jens Keukeleire (Orica GreenEdge) 14:27
139 – Bruno Pires (Team Saxo Tinkoff) 14:28
140 – Hubert Dupont (Ag2r La Mondiale) 14:29
141 – Leonardo Fabio Duque (Colombia) 14:30
142 – Cristiano Salerno (Cannondale) 14:31
143 – Miguel Rubiano Chavez (Androni) 14:32
144 – Jarlinson Pantano (Colombia) 14:33
145 – Kanstantsin Siutsou (Sky) 14:34
146 – Giovanni Visconti (Movistar) 14:35
147 – Stefano Locatelli (Bardiani) 14:36
148 – Francesco Bongiorno (Bardiani) 14:37
149 – Matteo Rabottini (Vini Fantini) 14:38
150 – Ego Martinez De Esteban (Euskaltel Euskadi) 14:39
151 – Emanuele Sella (Androni) 14:40
152 – Peter Stetina (Garmin Sharp) 14:41
153 – Vladimir Karpets (Movistar) 14:42
154 – Simone Stortoni (Lampre Merida) 14:43
155 – Petr Ignatenko (Katusha) 14:44
156 – Francis Mourey (FDJ) 14:45
157 – Fabio Duarte Arevalo (Colombia) 14:46
158 – Francis De Greef (Lotto Belisol) 14:47
159 – Darwin Atapuma Hurtado (Colombia) 14:48
160 – Rory Sutherland (Team Saxo Tinkoff) 14:49
161 – Tiago Machado (RadioShack Leopard) 14:50
162 – Diego Rosa (Androni) 14:51
163 – Evgeni Petrov (Team Saxo Tinkoff) 14:52
164 – Juan Manuel Garate (Blanco) 14:53
165 – Steve Morabito (BMC) 14:54
166 – Tanel Kangert (Astana) 14:55
167 – Jorge Azanza Soto (Euskaltel Euskadi) 14:56
168 – Arnold Jeannesson (FDJ) 14:57
169 – Stefano Pirazzi (Bardiani) 14:58
170 – Enrico Battaglin (Bardiani) 14:59
171 – Fabio Aru (Astana) 15:00
172 – Damiano Caruso (Cannondale) 15:01
173 – Jose Rodolfo Serpa Perez (Lampre Merida) 15:02
174 – Domenico Pozzovivo (Ag2r La Mondiale) 15:03
175 – Michal Golas (Omega Pharma Quick Step) 15:04
176 – Wilco Kelderman (Blanco) 15:05
177 – Sergio Henao Montoya (Sky) 15:06
178 – Danilo Di Luca (Vini Fantini) 15:07
179 – Bradley Wiggins (Sky) 15:08
180 – Rigoberto Uran Uran (Sky) 15:09
181 – Carlos Betanur Gomez (Ag2r La Mondiale) 15:10
182 – Franco Pellizzotti (Androni) 15:11
183 – Rafal Majka (Team Saxo Tinkoff) 15:12
184 – Yury Trofimov (Katusha) 15:13
185 – Rafael Valls Ferri (Vacansoleil) 15:14
186 – Thomas Danielson (Garmin Sharp) 15:15
187 – Luca Paolini (Katusha) 15:18
188 – Przemyslaw Niemiec (Lampre Merida) 15:21
189 – Michele Scarponi (Lampre Merida) 15:24
190 – Steven Kruijswijk (Blanco) 15:27
191 – Samuel Sanchez Gonzalez (Euskaltel Euskadi) 15:30
192 – Robert Kiserlovski (RadioShack Leopard) 15:33
193 – Pieter Weening (Orica GreenEDGE) 15:36
194 – Ivan Santaromita (BMC) 15:39
195 – Robert Gesink (Blanco) 15:42
196 – Cadel Evans (BMC) 15:45
197 – Mauro Santambrogio (Vini Fantini) 15:48
198 – Giampaolo Caruso (Katusha) 15:51
199 – Ryder Hesjedal (Garmin Sharp) 15:54
200 – Vincenzo Nibali (Astana) 15:57
201 – Beñat Intxausti Elorriaga (movistar) 16:00

Giro d’Italia in diretta | percorso dall’ottava tappa in avanti (Foto)

Giro d
Giro d
Giro d
Giro d
Giro d
Giro d

Ultime notizie su Giro d'Italia

Tutto su Giro d'Italia →