NBA playoff 2013: Miami e San Antonio, colpi esterni e 2-1

I campioni in carica passano a Chicago, nonostante una bella prova del nostro Marco Belinelli, mentre è Tony Parker l’uomo del match per i texani a Golden State.

Il cuore non basta ai Chicago Bulls. La squadra dell’Illinois, ancora priva di Rose, Hinrich e Deng, fa sudare i Miami Heat, ma nel finale si arrende al maggior talento e maggior freschezza dei campioni in carica, ora avanti 2-1 nella serie. Una grande prova di Chris Bosh (20 punti e 19 rimbalzi) fa la differenza, poi ci pensano il solito LeBron James (17 dei suoi 25 punti nella ripresa) ed un preciso Norris Cole (18 punti con 6/7 dal campo) a chiudere i conti allo United Center.

Come detto, è stata una partite equilibrata ed, a tratti, anche un po’ sporca (3 tecnici e l’espulsione di Mohammed), in cui il nostro Marco Belinelli ha avuto ancora un impatto importante: 16 punti, 6 assist e 3 rimbalzi, anche se un po’ condizionato dai falli. E’ proprio l’azzurro a regalare la speranza finale ai padroni di casa, con la tripla del -4 a 3′ dalla fine, ma i già citati James e Cole piazzavano due triple e firmavano il successo esterno.

Vittoria in trasferta anche per San Antonio, avanti ora 2-1 nella serie contro Golden State. E’ un grande Tony Parker a guidare gli Spurs, in una caldissima Oracle Arena: per il francese ci sono 32 punti, di cui 25 realizzati nel primo tempo, quando la formazione di Popovich ha preso il comando del confronto, senza più mollarlo fino alla sirena finale. Decisivi anche Tim Duncan (23 punti e 10 rimbalzi) e l’ottima prova difensiva (Warriors con il 39% dal campo).

Il primo strappo del match arrivava già prima dell’intervallo, quando il playmaker transalpino portava i suoi in doppia cifra di vantaggio. L’unico lampo della serata di Stephen Curry valeva il pareggio a quota 65, ma i texani rispondevano con un 11-0 per riprendere il controllo del confronto. Stessa situazione nel quarto periodo: primi nove punti per i padroni di casa, arrivati a -1, due triple di Danny Green confezionavano l’11-1 per chiudere i conti e mettere il silenziatore alla ‘marea gialla’.

I risultati della scorsa notte (10 maggio 2013):

Chicago Bulls-Miami Heat 94-104 (serie 1-2)
Golden State Warriors-San Antonio Spurs 92-102 (1-2)

I Video di Blogo

Ultime notizie su NBA

Tutto su NBA →