Matteo Messina Denaro: maxisequestro ai danni del “fedelissimo” Giuseppe Grigoli

Il “re dei supermercati” della provincia di Trapani, attualmente in carcere, si vede sequestrati beni per 700 milioni di euro. E per il super latitante boss di Cosa Nostra è un altro colpo durissimo.

700 milioni di euro in patrimonio mobiliare e immobiliare stanno venendo sequestrati in queste ore all’imprenditore Giuseppe Grigoli, tra Agrigento, Palermo, Trapani e Mazara del Vallo, a opera della Dia di Palermo coordinata dal colonello Giuseppe D’Agata. Grigoli sarà anche sorvegliato speciale per quattro anni. Un duro colpo che va a colpire anche e soprattutto Matteo Messina Denaro, il superlatitante considerato il reggente della cupola mafiosa latitante.

È da un bel po’ di tempo ormai che il suo patrimonio è sotto attacco, oltre ai suoi uomini, e questo in particolare potrebbe rappresentare un colpo dal quale è difficile rialzarsi, considerando quanto sia costosa la sua latitanza e quanto sia inutile un boss mafioso senza denaro a cui attingere.

Lo stretto rapporto tra Grigoli e Messina Denaro è certificato dal fatto che fu la sorella del boss latitante a fare da madrina per il battesimo della figlia di Grigoli. Ma soprattutto fu il boss a garantire la scalata nel campo dei supermercati all’imprenditore, come certificato da alcuni pizzini trovati nel covo di Provenzano in cui Messina Denaro faceva riferimento a Grigoli.

E così Grigoli ha messo Cosa Nostra a parte delle sue operazioni imprenditoriali, garantendo la realizzazione di interessi mafiosi. Per capire di che si tratta, basta pensare che “il re dei supermercati” – detenuto in carcere per associazione a delinquere di stampo mafioso – controllava attraverso due sue società 43 tra Despar, Eurospar, Superstore, Interspar nella provincia di Trapani e Agrigento, oltre a 40 punti vendita in regime di affiliazione al marchio Despar.

A Grigoli sono stati sequestrate 12 società, 220 fabbricati e 133 appezzamenti di terreno per un totale di 60 ettari. Ma a vedersi sfilare ancora un po’ di potere e a vedere la sua latitanza sempre più a rischio è Matteo Messina Denaro.

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Mafia

Tutto su Mafia →