Strage di Tolosa, finito l’assedio: Mohammed Merah ucciso nella sparatoria con gli agenti

E’ appena finito l’assedio di Mohammed Merah, il presunto autore della strage di Tolosa: il killer è rimasto ucciso in un conflitto a fuoco con le autorità, intervenute dopo ben 30 ore di attesa.


Mohammed Merah è morto, ucciso in uno scontro a fuoco con le autorità durante un blitz scattato dopo oltre 30 ore di assedio. Il 24enne, presunto responsabile della strage avvenuta lunedì davanti alla scuola ebraica Ozar Hatorah di Tolosa, ha iniziato a sparare contro gli agenti dopo che si è accorto che erano state introdotte delle telecamere, tramite speciali sonde, nel bagno della sua abitazione.

Da lì la situazione è precipitata e la dinamica è ancora tutta da chiarire: le autorità, dopo i primi colpi sparati da Merah, avrebbero fatto irruzione nell’appartamento, scatenando così la furia omicida del giovane che, stando a quanto rivela la stampa locale, si sarebbe gettato dalla finestra senza smettere di sparare, riuscendo a ferire almeno tre agenti, solo uno pare in modo grave.

Il cadavere del terrorista è già stato recuperato, mentre iniziano ad arrivare le congratulazioni di importanti personalità politiche francesi per l’operato delle forze dell’ordine, quelle del presidente Nicolas Sarkozy in primis. Maggiori dettagli sul blitz e sulla sua dinamica saranno resi noti alle 13 durante la conferenza stampa indetta da Sarkozy e alle 14.30 in quella del procuratore della Repubblica, Francois Molins.

Via | LePoint
Foto | Times Of Israel

I Video di Blogo