Bondi pronto a dimissioni. Il governo perde un altro pezzo

Dopo i casi Carfagna e Prestigiacomo, il Governo si prepara a una nuova questione ministeriale. Il titolare della poltrona cultura e spettacolo Sandro Bondi è infatti sempre più vicino a dimissioni spontanee.La ragione teorica sarebbe l’abbattimento seguito al mancato innalzamento del fondo per lo spettacolo nel decreto Milleproroghe. Quella reale è che molto difficilmente Bondi

di luca17


Dopo i casi Carfagna e Prestigiacomo, il Governo si prepara a una nuova questione ministeriale. Il titolare della poltrona cultura e spettacolo Sandro Bondi è infatti sempre più vicino a dimissioni spontanee.

La ragione teorica sarebbe l’abbattimento seguito al mancato innalzamento del fondo per lo spettacolo nel decreto Milleproroghe. Quella reale è che molto difficilmente Bondi sopravviverebbe alla mozione di sfiducia posta dall’opposizione ancora per il caso del crollo di Pompei.

Realpolitik impone di non subire una sconfitta in aula proprio in questo delicato momento, e quindi Berlusconi vedrebbe molto più di buon occhio una rinuncia spontanea di uno dei suoi ministri simbolo, sia pur con grande rammarico.

Minirimpasto in arrivo quindi, e chissà se Bondi ne sarà l’unica vittima.

Ultime notizie su Crisi di governo

Tutto su Crisi di governo →