Telenovela Prestigiacomo: vado, resto, torno

Impensierita e confusa dal cambiamento del nome oppure semplicemente in anticipo sul cambiamento del nome medesimo, il ministro dell’ambiente, Stefania Prestigiacomo (che tutti ricorderete per gli importanti provvedimenti in materia di ….. ) ieri ha rischiato di far crollare WallStreet e di scatenare uno tsunami nella diplomazie internazionali.Ecco il restroscena del dramma politico di ieri,


Impensierita e confusa dal cambiamento del nome oppure semplicemente in anticipo sul cambiamento del nome medesimo, il ministro dell’ambiente, Stefania Prestigiacomo (che tutti ricorderete per gli importanti provvedimenti in materia di ….. ) ieri ha rischiato di far crollare WallStreet e di scatenare uno tsunami nella diplomazie internazionali.

Ecco il restroscena del dramma politico di ieri, spiegato da La Stampa in tutta la sua crudezza: L’Aula sta votando una proposta di legge che agevola i lavoratori che percepiscono indennità di disoccupazione di poter avviare una piccola attività imprenditoriale. C’è una norma che esonera le imprese costituite da disoccupati e cassintegrati da alcuni obblighi su carico e scarico dei rifiuti: un articolo sul quale la Prestigiacomo vorrebbe soprassedere.

E invece anche questa porcata viene votata. L’incidente viene chiuso da Palazzo Chigi con una nota in cui si parla di una «sfortunata coincidenza e di un difetto di comunicazione che hanno generato uno spiacevole incidente parlamentare». Alla presenza di Gianni Letta, Cicchitto e Prestigiacomo si sono scambiati un «reciproco attestato di stima e di fiducia». Probabilmente anche la Prestigiacomo, come Gianfranco Fini, un bel giorno si sveglierà scoprendo di aver militato e governato con un partito pessimo. Qui trovate l’imperdibile editoriale di Vittorio Sgarbi, sul Giornale, sulle Tre donne che fanno tremare il governo.