Torino verso le Primarie del Pd: Passoni (e Sel) contro Piero Fassino

La tragicommedia andata in onda con le Primarie del Pd a Milano, dove il candidato sostenuto da Sinistra e libertà ha battuto l’uomo schierato dai vertici del Partito, potrebbe ripetersi in modo ancora più doloroso a Torino. Anche la capitale piemontese sarà infatti chiamata ad eleggere il nuovo sindaco: due giorni fa Piero Fassino ha


La tragicommedia andata in onda con le Primarie del Pd a Milano, dove il candidato sostenuto da Sinistra e libertà ha battuto l’uomo schierato dai vertici del Partito, potrebbe ripetersi in modo ancora più doloroso a Torino. Anche la capitale piemontese sarà infatti chiamata ad eleggere il nuovo sindaco: due giorni fa Piero Fassino ha annunciato che parteciperà alle Primarie, in rappresentanza del Pd (che evidentemente non aveva proprio niente di meglio). Subito dopo è arrivata la risposta della sinistra della coalizione, che sosterrà Gianguido Passoni.

Il Passoni, già assessore al bilancio, sarà sostenuto dalla Fabbrica di Nichi e da alcune associazioni che lanciano la piattaforma Torino bene comune, incentrata sul blocco delle privatizzazioni, sulla riduzione delle cubature urbanistiche e sul welfare.

In realtà, spiega La Stampa, la Fabbrica di Nichi non rappresenta Sinistra e libertà, che deve ancora esprimersi ufficialmente e che potrebbe indicare un altro candidato. Anche se sarebbe piuttosto singolare dividere i consensi tra due diversi concorrenti di sinistra…

Nel frattempo anche il Pdl ha avviato le consultazioni per la scelta del candidato sindaco: è stato attivato il sito Vota il tuo sindaco, dove si può scegliere tra 8 nomi, con la possibilità di aggiungerne altri.