Scontri manifestazione studenti a Roma: La Russa chiede soldi per la polizia

La giornata di ieri ci dice che il governo c’è – quindi possiamo ricominciare a criticarlo. Prendiamo le dichiarazioni di ieri del Ministro della Difesa La Russa, ha commentato gli scontri tra studenti e polizia invocando “più soldi per le forze dell’ordine“. Peccato che… Peccato che soltanto l’altroieri ci sia stata una serie di avvenimenti


La giornata di ieri ci dice che il governo c’è – quindi possiamo ricominciare a criticarlo. Prendiamo le dichiarazioni di ieri del Ministro della Difesa La Russa, ha commentato gli scontri tra studenti e polizia invocando “più soldi per le forze dell’ordine“. Peccato che…

Peccato che soltanto l’altroieri ci sia stata una serie di avvenimenti che hanno visto come protagonisti proprio le forze dell’ordine e il Ministro La Russa. Riepiloghiamoli: giovedì scorso forze di polizia e vigili del fuoco convocano una manifestazione per il 13 dicembre davanti a Montecitorio. L’obbiettivo:

Impedire lo smantellamento della sicurezza pubblica e del soccorso pubblico, contro le politiche finanziarie dei soli tagli che hanno già sottratto, alle Forze di polizia, circa 2 miliardi e mezzo di euro in tre anni. (..) Sensibilizzare l’opinione pubblica sul comportamento irresponsabile, verso il Paese, e vergognoso, verso gli operatori di polizia e dei vigili del fuoco, tenuto dall’attuale Governo, che ha sinora disatteso ogni impegno assunto in campagna elettorale e nei documenti programmatici sui versanti della sicurezza e delle connesse politiche per il personale

Accade che, mentre La Russa entra nel palazzo, partono fischi dai manifestanti. Interrogato sull’episodio, il Ministro commenta: “Sono tutti comunisti“.

Tutti comunisti? Lo sterminato elenco delle sigle sindacali aderenti farebbe pensare il contrario: SIULP, SAP, SIAP-ANFP, SILP per la CGIL, UGL Polizia, COISP, SAPPE, UIL Penitenziari, SINAPPE, FNS CISL Penitenziari, FP CGIL Penitenziari, UGL Polizia Penitenziaria, SAPF, UGL Forestali, FNS CISL Forestali, FP-CGIL Forestali, FNS CISL Vigili del Fuoco, FP CGIL Vigili del Fuoco, CO.NA.PO., CONFSAL, UGL Vigili del Fuoco, UIL Vigili del Fuoco.

Interessante la risposta del segretario generale della UIL PA Penitenziari, Eugenio Sarno (che aveva sintetizzato le ragioni della manifestazione con un lapidario “Il Governo ha preso per il culo i poliziotti”):

la manifestazione indetta quest’oggi è contro il governo che non ha mantenuto i patti e gli impegni solenni e formali che più volte ha assunto. Pertanto il suo commento non solo è fuori luogo quanto manifesta la sua insofferenza alle critiche. Diciamo a La Russa che in piazza, quest’oggi, sono a manifestare anche quelle OO.SS. che non hanno mai nascosto la vicinanza al Governo e che dalle proprie fila hanno eletto deputati PDL che oggi, evidentemente, ragionano più da onorevoli che da poliziotti. La Russa farebbe meglio a mantenere i patti e gli impegni che industriarsi in improbabili giudizi su operatori che ogni giorno sono impegnati a garantire ordine, sicurezza e legalità a prescindere dalla propria appartenenza politica. Il Ministro della Difesa farebbe bene a chiedere scusa ai poliziotti manifestanti per i frettolosi, ingenerosi ed incauti giudizi espressi. Di fatto dopo i poliziotti panzoni di Brunetta ora siamo ai poliziotti comunisti di La Russa. Adesso la nostra protesta trova ancora più valide ragioni nello sprezzo che i politici mostrano avere nei nostri confronti e che trasuda dalle loro dichiarazioni e giudizi.

Che dire: il governo non è morto, lunga vita al governo!

Foto | Flickr.