Enna, lupara bianca: 2 arresti a 16 anni di distanza

Vito Giuseppe Donzì, di 26 anni, il 27 gennaio del 1997 fu fatto sparire. Il giovane venne ucciso e dato alle fiamme.

di remar

Sono due gli ordini di arresto eseguiti questa mattina dai carabinieri per un caso di lupara bianca verificatosi a Catenanuova, in provincia di Enna, nel lontano 1997.

Vito Giuseppe Donzì, di 26 anni, il 27 gennaio di quell’anno, fu fatto sparire. Il giovane, secondo quanto appurato dalle successive indagini, venne ucciso con due colpi di pistola. Poi il suo corpo fu dato alle fiamme in un terreno alla periferia di Catenanuova.

I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Enna hanno notificato le ordinanze di custodia cautelare a Salvatore Leonardi, 47 anni, e Salvatore Marletta, di 54. Entrambi sono già detenuti in carcere, il primo all’Aquila il secondo a Sulmona.

Leonardi è ritenuto il mandante, Marletta uno killer. Per gli inquirenti della Dda di Caltanissetta, Donzì a causa di alcuni furti commessi in danno di aziende locali “protette” dalla cosca mafiosa Leonardi di Catenanuova (e che perciò pagavano il pizzo) era diventato un soggetto scomodo, da eliminare.

Il lavoro dei pm ha potuto contare sulle dichiarazioni del collaboratore di giustizia Antonino Movica, autoaccusatosi di essere uno dei sicari di Donzì. L’ordinanza sostituisce quella emessa l’11 luglio scorso, annullata poi per un vizio procedurale. Interrogati, sia Leonardi che Marletta si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

© Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

I Video di Blogo

Ultime notizie su Mafia

Tutto su Mafia →