New Orleans “riparte” dalla Nasa

di Antonello Musina Ad oltre due anni dall’uragano Katrina, l’economia di New Orleans ancora stenta a ridecollare. La notizia che la NASA ha deciso di continuare le attivita’ presso la Michoud Assembly Facility, nella periferia della citta’ della Louisiana, e’ stata dunque accolta con particolare entusiasmo. E’ di oltre 156 milioni di dollari il totale

di Antonello Musina

Ad oltre due anni dall'uragano Katrina, l'economia di New Orleans ancora stenta a ridecollare.

La notizia che la NASA ha deciso di continuare le attivita' presso la Michoud Assembly Facility, nella periferia della citta' della Louisiana, e' stata dunque accolta con particolare entusiasmo.

E' di oltre 156 milioni di dollari il totale delle buste paghe che la NASA versera' ai suoi dipendenti e collaboratori, molti dei quali riceveranno salari di diverse centinaia di migliaia di dollari, una cifra decisamente superiore ai circa .000 che rappresentano la media dello stipendio annuale di un abitante di New Orleans.

Prima dell'arrivo dell'uragano, la fine delle attivita' aerospaziali era stata data per certa entro il 2010. Con l'arrivo del nuovo programma Constellation si spera in un miglioramento generale dell'economia grazie anche alla creazione di posti di lavoro nell'indotto.