Wikileaks: la valigia dei segreti di Pulcinella

Ieri per l’ennesima vota ci è stato annunciato che la bolla Wikileaks stava per scoppiare, spandendo ovunque il suo sapone, perché di questo si tratta e null’altro. Almeno fino ad oggi.Nuove incredibili rivelazioni: c’era un piano Usa per difendere gli stati baltici da un’aggressione russa… manco fossimo ancora negli anni quaranta-cinquanta. E poi come, accumulando

di luca17


Ieri per l’ennesima vota ci è stato annunciato che la bolla Wikileaks stava per scoppiare, spandendo ovunque il suo sapone, perché di questo si tratta e null’altro. Almeno fino ad oggi.

Nuove incredibili rivelazioni: c’era un piano Usa per difendere gli stati baltici da un’aggressione russa… manco fossimo ancora negli anni quaranta-cinquanta. E poi come, accumulando divisioni tedesche e polacche alla frontiera e immaginando una nuova Kursk con i carrarmatini Sherman al posto dei Tiger nazisti? Ma per favore…

E poi ancora, gli Usa spiavano di nascosto dai rispettivi governi i siti sensibili a eventuali attacchi di Al Qaeda. Tra questi ben due aziende italiane (?!) tra le quali una produttrice di siero contro il morso dei serpenti. Ahhhhh già. L’altra è la Glaxo, colosso farmaceutico che notoriamente produce uranio arricchito et similia (sic). Tutto il resto poteva anche essere attaccato, tanto… Ma mi faccia il piacere, direbbe Totò.

E poi gli scandalosissimi giudizi dei politici, tipo che Berlusconi considerava Medvedev un apprendista, mentre il vero centro del potere russo è Putin. Porcaccia la miseria, ma lo sai che non ci avevo mai pensato? Quindi Putin non si è davvero dedicato esclusivamente ai raduni dei biker o alle vacanze nella sua dacia?

Se ci attendano davvero delle rivelazioni sconvolgenti non si sa, magari devono ancora uscire, ma certo che questo Assange finora ci ha preso per i fondelli mica male, e con lui tutta la categoria internazionale dei media, più che mai interessata a gonfiare la bolla per vendere qualche copia o avere un bell’argomento di cui parlare.

Ma come detto le bolle prima o poi esplodono e ogni Avetrana prima o poi trova la sua Brembate.