UK, carcere a vita per Benjamin Scott: uccise l’amico Gary Beech con 120 coltellate

Benjamin Scott è stato condannato al carcere a vita per l’omicidio dell’amico Gary Beech, ucciso nel giugno scorso con 120 coltellate.


Benjamin Scott, lo vedete in foto, è stato condannato dal tribunale di Sheffield al carcere a vita per l’omicidio dell’amico Gary Beech, ucciso nel giugno scorso con oltre 120 coltellate, la maggior parte in volto e inflitte quando la vittima era già deceduta.

I due condividevano da poche settimane un appartamento a Sheffield e Beech, proprietario dell’abitazione, stando a quanto emerso nel processo era all’oscuro dei problemi psichici di Scott. Dopo una serata a base di alcol è scattata la furia omicida.

Scott, affetto da disturbo di personalità, non ha mai manifestato pentimento per quel brutale delitto ed ha continuato a comportarsi in maniera violenta anche dopo il suo arresto: mentre si trovava rinchiuso nel carcere di Doncaster ha accoltellato alla gola un altro detenuto, Daniel Clarke.

I giudici, nel condannare il 32enne, hanno tenuto conto anche di questo episodio. Nonostante gli psichiatri abbiano descritto Scotto come “altamente pericoloso e capace di uccidere ancora“, stranamente l’accusa è stata ridotta: da omicidio volontario a manslaughter, simile al nostro omicidio colposo. Carcere a vita, con l’obbligo di scontare almeno 15 anni prima di poter avanzare richiesta per la libertà vigilata.

Via | BBC

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →