Ore 12 – Per Berlusconi in arrivo altri “guai”. Anche per l’Italia

Silvio Berlusconi non fa in tempo a tirare un sospiro di sollievo per le attestazioni di stima (una “toppa” dovuta?) nei suoi confronti da parte di Hillary Clinton che da Wikileaks arriva un altro petardo. Se confermato, una bomba: il premier sarebbe stato accusato dall’ex ambasciatore Usa a Roma, Spogli, di sostenere Putin per danneggiare

Silvio Berlusconi non fa in tempo a tirare un sospiro di sollievo per le attestazioni di stima (una “toppa” dovuta?) nei suoi confronti da parte di Hillary Clinton che da Wikileaks arriva un altro petardo.

Se confermato, una bomba: il premier sarebbe stato accusato dall’ex ambasciatore Usa a Roma, Spogli, di sostenere Putin per danneggiare l’alleanza Nato, e dalla Georgia di prendere tangenti sui gasdotti.

In questo clima si chiude … il Parlamento fino al 13 dicembre (facendo saltare le mozioni ad alto rischio contro i ministri Bondi e Calderoli); il governo “del fare” riunisce per tre volte il Consiglio dei ministri per declamare annunci ma senza alcun testo specifico; il dibattito sul decreto sicurezza di Maroni si è svolto in un clima surreale; il premier torna ai suoi vocaboli preferiti: “Tradimento”, “Agguato”, “Manovre”.

C’è una escalation dialettica tonante quanto vuota e priva di senso. E’ evidente che la campagna elettorale è partita e si incendierà nelle prossime settimane.

Il tutto con l’Italia vicina al baratro finanziario. Il governo, ma anche le opposizioni, non vedono il pericolo di un ko da bancarotta per il Paese: si occupano solo della campagna elettorale e dei loro interessi.

Il monito di Napolitano sulla distanza tra la gravità dell’emergenza europea e la insufficienza della consapevolezza dei paesi membri, sembra proprio non interessare né il governo né i partiti di opposizione. Se, poi, il premier resta ancorato allo slogan: “L’Italia ha retto la crisi meglio degli altri” il futuro del Paese è segnato.

Come quello di Berlusconi e del suo governo. Basta aspettare il 14 dicembre. E poi?