Francia, pugnalato un soldato alla gola a Parigi

Un militare francese sarebbe stato pugnalato alla gola nel quartiere d’affari parigino La Défense: l’autore del gesto sarebbe un trentenne di origini magrebine, poi fuggito.

Secondo quanto riferito dal quotidiano LeParisien un militare francese sarebbe stato accoltellato alla gola da un uomo, un trentenne magrebino la cui identità è al momento ignota, nel quartiere d’affari parigino La Défense: il militare non sarebbe in condizioni gravi.

L’uomo si sarebbe poi dato alla fuga: emulazione o follia?

In assenza di elementi sulla personalità e le motivazioni dell’aggressore il Presidente Hollande pensa che si debbano esaminare tutte le ipotesi. Così il Presidente francese da Addis Abeba, città in cui si trova in visita:

Non trascureremo nulla, guarderemo a tutti gli elementi.

L’aggressione sarebbe avvenuta nei pressi del palazzo Virgin store verso le ore 18, quando il militare era in servizio di pattuglia: un uomo, secondo le prime ricostruzioni un trentenne magrebino, lo avrebbe aggredito con un taglierino. Soccorso dai colleghi il militare è stato subito medicato nei vicini locali della Ratp, la metropolitana di Parigi: non è in pericolo di vita.

Il militare appartiene al 4°reggimento Cacciatori.

La descrizione dell’uomo, data dal prefetto Pierre-Andre Peyvel, è di un uomo magrebino sui 30 anni, con la barba, che al momento dell’aggressione indossava una giacca scura sopra la jalabiya; il fatto si sarebbe consumato nella cosiddetta «salle d’echange» della Défense, la zona di snodo tra l’accesso alla metro, che collega il quartiere al resto della capitale, e l’area commerciale dove si affacciano i principali negozi dell’area.