Super 10, una settima giornata di fuoco

Torna, dopo la pausa per le coppe europee, il campionato italiano d’eccellenza. Cinque sfide che potranno dire molto riguardo il proseguo della stagione. Cinque incontri che si prospettano equilibrati e avvincenti, a partire da quello, clou, che verrà trasmesso oggi alle ore 14.00 su Sky Sport. Viadana, infatti, ospita un Calvisano galvanizzato dalla vittoria contro

Torna, dopo la pausa per le coppe europee, il campionato italiano d’eccellenza. Cinque sfide che potranno dire molto riguardo il proseguo della stagione. Cinque incontri che si prospettano equilibrati e avvincenti, a partire da quello, clou, che verrà trasmesso oggi alle ore 14.00 su Sky Sport. Viadana, infatti, ospita un Calvisano galvanizzato dalla vittoria contro il Leeds e che ha un disperato bisogno di punti, dopo lo stentato avvio di campionato.

L’Mps è in un buon momento, come dimostrato dal primo tempo contro i Saracens, e vuole confermare il primato in Super 10, distanziando ancora di più una diretta avversaria per i playoff e per il titolo come il Cammi.

Ma le sfide di vertice non finiscono qui. A Treviso, infatti, la Benetton reduce dalla vittoria gallese affronta la sorpresa di questa stagione, l’AlmaViva Capitolina. Esperienza contro entusiasmo, qualità rodata contro qualità acerba, ma soprattutto due linee dei trequarti nelle quali giocano alcuni dei più interessanti giocatori italiani. Picone/Marcato/Sgarbi contro Toniolatti/Ranieri/Sepe, per capire veramente se questa Roma può puntare in alto. A Parma, invece, l’Overmach ospita Padova e cerca di evitare un nuovo passo falso che potrebbe compromettere il suo percorso verso i playoff. Parma, che mette in campo alcuni dei giovani più interessanti in ottica nazionale, come Rubini, Travagli, Minto, Tveraga e Staibano, cercherà di sfruttare queste due settimane in cui ha potuto fare esperienza internazionale per bloccare la fuga del Petrarca, che invece schiera una formazione più esperta e aggressiva.

Nelle zone basse, invece, sfide incrociate tra Rovigo e Parma, e Catania e Venezia. Atteso l’esordio con la maglia lagunare di Ramiro Pez, l’apertura che deve dare quell’equilibrio e quella tranquillità ai trequarti veneziani per sfruttare al meglio le loro qualità. Venezia, che fino a ora ha mostrato un bel gioco che non si è però concretizzato in punti in classifica, deve iniziare a vincere oltre che a convincere per tornare a lottare per la salvezza. Sarà più difficile per il Rolly Parma espugnare il campo di un Rovigo in grande spolvero, che quest’anno può sognare. Insomma, sabato sera scopriremo se ai vertici ci sono già delle fuge importanti per i playoff e se, invece, la lotta per la salvezza sarà una battaglia infernale, da decidersi all’ultimo minuto.