Quarto Grado ultima puntata 6 settembre 2013

Tutti i casi della prima puntata della nuova edizione di Quarto Grado su Rete4 con Sabrina Scampini e Gianluigi Nuzzi

Quarto Grado 6 settembre 2013: Valter Giordano ha abusato di due studentesse minorenni?

La doppia faccia di Valter Giordano, il professore di italiano e storia al liceo Soleri di Saluzzo, incensurato, è accusato di aver avuto rapporti sessuali con due studentesse minorenni. L’indagine potrebbe allargarsi ad altre allieve grazie all’analisi di alcune lettere. Il docente è accusato di istigazione al suicidio per un altro caso analogo.

La proposta di un’unica installazione nelle varie piazze d’Italia: scarpe rosse contro il femminicidio.

Quarto Grado 6 settembre 2013: giustizia per Antonella Russo

Agosto 2013 – Avola (SR): il matrimonio tra Antonella Russo stava degenerando per l’ossessiva gelosia del marito. L’uomo l’ha colpita a morte con una fucilata davanti al figlio di 4 anni.

Mamma Antonella: Mia figlia è morta perché non è stata tutelata. Altre donne non devono subire la stessa sorte di mia figlia.

Nella Russo (sorella di Antonella): Mia sorella ha voluto riprovare. Ha usato violenza contro i figli e la moglie. Minacciava di uccidere il maggiore Marco. Mia sorella a febbraio finisce in ospedale, menata con vetri conficcati addosso. Da lì decide di divorziare. Era un marito/padre padrone. Dovevano vivere tutti sotto la sua stessa campana. Da quando lei ha chiesto la separazione è diventato una belva. Ha messo persino i registratori in casa per controllarla. Avrei voluto parlare con mio cognato ma non ha dato a nessuno possibilità di avvicinarsi.

Due denunce prese a carico dalla Procura di Siracusa. La donna poteva essere accolta in un centro antiviolenza. Appello rifiutato per timore di ripercussioni sui figli maggiorenni.

Quarto Grado 6 settembre 2013: nuova pista a Salice Terme su caso Yara Gambirasio

Una nuova pista, che porta a Salice Terme, potrebbe fare luce sul caso di Yara Gambirasio, la giovane ginnasta di Brembate di Sopra, scomparsa il 26 novembre 2010 e ritrovata cadavere in un campo di Chignolo d’Isola il 26 febbraio 2011. Il padre del presunto assassino di Yara, Giuseppe Guerinoni, avrebbe soggiornato due settimane, ogni anno, ancor prima di sposarsi (nel 1963), nella cittadina alle pendici dell’Appennino tosco-emiliano.

È presumibile che durante questi periodi, l’uomo abbia conosciuto la futura madre del proprio figlio illegittimo: Ignoto 1. Consultando gli elenchi forniti dall’Inps – che aveva pagato le cure – e i registri degli hotel di Salice Terme, le forze dell’ordine mirano a risalire alla donna che ha frequentato questa zona, in corrispondenza dei soggiorni di Guerinoni, negli Anni ’60.

Tale donna poi, è tornata nel Bergamasco con il bambino, negli stessi luoghi dove ha colpito l’assassino di Yara. Gli inquirenti dovranno quindi consultare i faldoni relativi a quei decenni (i dati digitali partono dal 1994), stipati nell’archivio Inps di Pomezia. Secondo i primi rilievi, 100 donne della Bergamasca si sarebbero sottoposte alle cure termali per, poi, ritornare nella terra d’origine.

Fikri è stato scagionato, quest’estate, da ogni accusa. E’ attualmente in Italia, fatica a trovare lavoro e ha intenzione di chiedere giustizia per il trattamento ricevuto.

Quarto Grado 6 settembre 2013: Marilia Rodrigues Silva Martins uccisa da Claudio Grigoletto?

Marilia Rodrigues Silva Martins, trovata senza vita distesa sul pavimento dell’ufficio di Gambara (Brescia), aveva ferite non riconducibili ad un suicidio. Il datore di lavoro, Claudio Grigoletto, è stato accusato di omicidio aggravato, soppressione di cadavere e tentativo di aborto (di un figlio suo nonostante fosse sposato e padre di due bambine) per aver messo in scena un finto delitto (manomissione caldaia, ingerimento di acido muriatico). L’uomo avrebbe, poi, raggiunto il campo di volo impartendo alcune lezioni di guida aerea con degli allievi. E’ trapelato che il presunto killer avesse creato un account di posta elettronica per simulare la relazione della vittima con uno pseudo fidanzato. Una traccia di sangue è stata rinvenuta sul tappettino dell’auto di Grigoletto. Si attendono i risultati delle analisi dei Ris.

Grigoletto prima dell’arresto: La ricordo solare tanto solare… Per quello che sappiamo noi era fidanzata.

Quarto Grado puntata 6 settembre 2013: Vittoria Rea e la propria verità sull’omicidio di Melania

Il documento scritto di proprio pugno dal carcere da Salvatore Parolisi – e inviato al Presidente della Corte d’Assise d’Appello de L’Aquila, per chiedere un processo pubblico – viene stato mostrato per la prima volta in tv, questa sera a Quarto Grado nel corso della puntata in onda in prima serata su Retequattro.

Chiedo che il processo si svolga con udienze pubbliche anziché in Camera di Consiglio, chiedo di consentire a tutti coloro che sono interessati alla vicenda di poter seguire direttamente il processo.

Nella stessa missiva, l’uomo chiede di presenziare alla prima udienza del processo d’Appello, prevista per il prossimo 25 settembre, e di poter comparire in tutte le successive.

Vittoria Rea: Tante bugie, ho sospettato di lui dopo la storia dell’amante, gliel’ho chiesto ma lui non mi ha risposto. Pensavo solo a mia figlia e mia nipote. Parolisi non ha cercato mai di contattarmi. Per me adesso è un uomo che non esiste più. Vorrei sapere perché ha fatto questo a Melania. Lasciarla in quel modo. Non è giusto.

In carcere, Parolisi rispetta le regole ma non ha contatti con altri detenuti. Ha conseguito il diploma di perito agrario. Si diletta in cucina grazie all’aiuto di uno chef e prepara le crostata. Ha compilato dei quadernetti con dei pensieri per la piccola Vittoria, consegnati alla sorella Francesca per timore che venissero pubblicati dalla stampa. Legge i documenti processuali per organizzare la difesa.

Mauro Gionni (legale famiglia Rea): Sosteniamo che il passaggio a Colle San Marco di Parolisi non ci sia mai stato. Dei ragazzi che giocavano a pallone sul pianoro hanno scattato delle foto nella zona delle altalene. In effetti non c’è la presenza dell’auto o di Parolisi. 50 testimoni, di cui 10 rilevanti, hanno ricostruito anche gli orari per specifiche situazioni.

Vittoria Rea: Ho iniziato a pensare che lui volesse cambiare vita quando il 20 aprile ha prenotato la vacanza con Ludovica. Come faceva ad andare dall’amante per stare con mia figlia e Vittoria? Una persona che vuole trovare sua moglie non si comporta così. All’inizio era un ragazzo normale, con tutti i suoi difetti. Era forse scorbutico ma piaceva a mia figlia. Si parlava, si scherzava, confidava no. Melania voleva una maggior presenza di Salvatore, alla nascita di Vittoria non c’era, era tra le braccia dell’amante.

Vittoria Rea: Si dovrebbe solo vergognare per quello che dice di mia figlia. La pena certa ci vuole. Nessuno ha il diritto di togliere la vita ad un’altra persona per un’amante. Finché avrò gli occhi aperti mi batterò per questo.

Vorrei fare un appello al telefonista teramano che ha fatto ritrovare il corpo di mia figlia, due giorni dopo la sua scomparsa. Vorrei ringraziarlo: se volesse, gli darei volentieri una stretta di mano.

Quarto Grado 6 settembre 2013: che fine ha fatto Roberta Ragusa?

Nel registro degli indagati per la scomparsa di Roberta Ragusa sono stati iscritti anche l’amante di Antonio Logli, Sara, e il padre. Gli inquirenti sospettano che la donna non si sia allontanata volontariamente dopo aver stilato la lista della spesa per il giorno successivo. I figli hanno trascorso le vacanze nella casa dell’Isola d’Elba assieme alla neo compagna, una presenza fissa in casa Logli.

Logli: Avete disorientato le indagini invece di cercare mia moglie. Avete detto cose non vere. Qui ci vorrebbero un pò di rispetto per le persone.

Proseguono, invece, le ricerche del cadavere di Roberta (forse al lago di Massaciuccoli con un georadar di ultima generazione o nei cimiteri attorno alla zona di San Giuliano Terme?!) mentre un conoscente di Antonio avrebbe smentito di averlo accompagnato a casa del supertestimone, Loris Gozi, il giorno successivo alla sparizione.

Il video esclusivo di mamma Roberta Ragusa al saggio di danza della figlia. Tante premure, un abbraccio di incoraggiamento, gli applausi a scena aperta e l’orgoglio per un traguardo tanto sognato dalla propria prole.

Quarto Grado puntata 6 settembre 2013: anticipazioni

Mancano nemmeno 20 giorni all’apertura del processo d’Appello a Salvatore Parolisi e Quarto Grado riparte dal caso di Melania Rea, ospitando per la prima volta in uno studio televisivo Vittoria, la madre della donna uccisa il 20 aprile 2011.

Ogni venerdì, in prima serata, su Retequattro, il programma Videonews segna anche il debutto alla conduzione di Gianluigi Nuzzi che, affiancato da Sabrina Scampini, si occuperà dei gialli che tormentano il Paese “puntando su casi insoluti, evidenziandone così dubbi e fragilità“. Il settimanale, a cura di Siria Magri, torna sulla vicenda di Yara Gambirasio. A distanza di tre anni dall’omicidio, si aprono nuovi scenari nell’inchiesta con i primi dettagli di una pista inedita seguita dagli inquirenti. Inoltre, documenti e video inediti sul giallo di Roberta Ragusa, scomparsa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 nel pisano.

In studio, oltre a Barbara Palombelli, Massimo Picozzi, Alessandro Meluzzi e Luciano Garofano, interverrà anche il magistrato Giuseppe Gennari, Gip nei casi Parmalat e Telecom e giudice per le indagini preliminari nelle principali inchieste di ‘ndrangheta condotte a Milano. Presente anche Don Patrizio, parroco napoletano.

La trasmissione prosegue il proprio impegno sul tema del femminicidio: gli spettatori sono invitati ad unirsi nella piazza virtuale, inviando all’indirizzo mail della redazione (quartogrado@mediaset.it) la foto di una scarpa rossa, simbolo di ogni donna vittima di violenza da parte di un uomo, per una campagna che verrà annunciata durante il programma. Su Crimeblog, il consueto liveblogging della puntata.Quarto Grado 6 settembre 2013

Quarto Grado 6 settembre 2013

Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013
Quarto Grado 6 settembre 2013

I Video di Blogo