Harry Potter mette nei guai Amanda Knox, Voldemort la salverà?

UPDATE 16:00, Per il Riesame l’assassinio di Meredith è frutto di una violenza di gruppo. Nelle 18 pagine di motivazioni compare la certezza della presenza sul luogo del delitto di Rudy, Amanda e Raffaele.  ————————  Ma santo cielo, stamattina i giornali affiancano nei titoli Harry Potter e Amanda Knox. La corsa al titolo più divertente,

UPDATE 16:00, Per il Riesame l'assassinio di Meredith è frutto di una violenza di gruppo. Nelle 18 pagine di motivazioni compare la certezza della presenza sul luogo del delitto di Rudy, Amanda e Raffaele. 

———————— 

Ma santo cielo, stamattina i giornali affiancano nei titoli Harry Potter e Amanda Knox. La corsa al titolo più divertente, che riguarda la tragica notizia dell'omicidio di Meredith, è iniziata. Che stampa ragazzi, perchè non superarla con questo nostro titoletto?

Le notizie latitano, i protagonisti della vicenda tacciono. Amanda Knox piange, Raffaele Sollecito rimane chiuso in cella a scrivere, Rudy non si sa cosa stia facendo, ma la cosa non ci tocca più di tanto.

Lumumba invece parla, eccome. Forse non ha ancora finito il suo tour promozionale in tv, fatto di ingaggi e di gettoni di presenza; ci aspettiamo a breve un suo nuovo album. E' musicista, saprà mettere in musica le sue sensazioni sul giallo di Perugia. 

Oggi il protagonista delle non-notizie sul giallo di Perugia diventa allora Harry Potter. In mancanza di altro tanto vale affidarsi alla letteratura. Se ieri la notizia di un coltello ritrovato vicino a casa di Meredith poteva avere un senso, soprattutto per i tanti italiani che sentendosi Sherlock Holmes vogliono capire di più sulla vicenda (ma non condanniamo questo atteggiamento, la curiosità sui fatti di cronaca nera è parte dell'umanità da secoli, per questo appassionano tanto gialli e thriller, ancor più se fanno riferimento a fatti realmente accaduti), oggi invece ci troviamo di fronte ad Harry Potter. Un libro che è diventato una prova.

A pensarci bene potrebbe avere una dignità anche questa notizia, se non altro potrebbe scardinare l'alibi di Amanda. Ciò che ci fa sorridere (o intristire, dipende dai punti di vista) è però quel riferimento ad Harry Potter nel titolo. Sarebbe bastato puntare l'attenzione sull'alibi scardinato, su un libro generico, invece no: Harry Potter doveva comparire nel titolo. E il rispetto della dignità fugge via.

Veniamo al dunque. Che è 'sta storia di Harry Potter? Bè, buona lettura.

E' diventato un «reperto» custodito in un faldone, quello delle prove a carico di Amanda Knox (e di Raffaele Sollecito), dell’inchiesta del pm Giuliano Mignini sull’omicidio di Meredith Kercher. E’ successo ieri sera, nel corso del sopralluogo della Polizia Scientifica nella casa della «morte». Amanda, nel drammatico interrogatorio dell’altro giorno, aveva spiegato che la sera maledetta del primo novembre era stata a casa di Raffaele Sollecito, avevano fumato uno spinello, visto un film, fatto l’amore, letto un po’ di pagine di Harry Potter, versione in tedesco.

E che la mattina dopo, era tornata a casa sua per farsi una doccia e cambiarsi. Dove poi si è accorta che qualcosa non andava, che la porta di casa era aperta, che in un water vi erano delle feci, che c’era sangue… Ma ieri sera, appunto, gli investigatori e i tecnici della Scientifica che hanno di nuovo e per l’ultima volta effettuato il sopralluogo nell’appartamento di Meredith, Amanda, Laura e Filomena, hanno trovato quel volume, Harry Potter. Come mai, quel testo è finito in via della Pergola 7? Sembra un particolare insignificante, eppure è una ulteriore spallata alla credibilità, all’alibi di Amanda e di Raffaele.