Germania, ergastolo al serial killer Hans-Jürgen S.: uccise 5 ragazze e violentò i cadaveri

Il serial killer di ragazze Hans-Jürgen S. è stato condannato all’ergastolo: ha ammesso i cinque omicidi e la violenza sessuale sui loro cadaveri.


Sono passati 42 anni dal suo primo delitto – 27 dall’ultimo – e finalmente si sono aperte le porte del carcere per Hans-Jürgen S., serial killer tedesco noto per il suo raccapricciante modus operandi: uccise giovani ragazze ed abusò sessualmente dei loro cadaveri.

Per anni è riuscito a farla franca, vivendo come un rispettabile padre di famiglia, poi è arrivata la svolta grazie ad un campione di DNA che l’ha incastrato per l’omicidio della 22enne Jutta M., uccisa e violentata dopo la morte nel 1969.

Il colpo di scena è arrivato dopo l’arresto: Hans-Jürgen, oggi 65enne, non solo ha ammesso la sua responsabilità nel delitto che gli veniva contestato, ma ha confessato di essere l’autore di altri quattro omicidi rimasti irrisolti per tanti anni.

Quello di Renate, 16enne uccisa e violentata a Norderstet, nei pressi di Amburgo, nel 1969; quello della 22enne Angela B., uccisa nel 1970; quello di Ilse G., uccisa a 15 anni nel 1973 e quello di Gabriele, 18enne violentata e massacrata nel 1984.

L’anziano ha provato a difendersi sostenendo di essere cambiato e di giudicare oggi inconcepibile il suo comportamento di quegli anni. Si è anche scusato pubblicamente con le famiglie delle sue vittime, ma questo non è servito ad intimidire il giudice: Hans-Jürgen è stato condannato all’ergastolo.

Via | Spiegel Online

Ultime notizie su Serial Killer

Tutto su Serial Killer →