Sondaggi Elezioni Comunali Roma: gli ultimi dati clandestini

Diminuisce drasticamente il distacco tra i due candidati di punta.

    La diretta da Piazza San Giovanni: Ignazio Marino chiude la campagna elettorale con Epifani
    La diretta video da Piazza del Popolo: Alessandro De Vito chiude la campagna elettorale con Beppe Grillo

    I quattro candidati principali chiudono le loro campagne elettorali: diretta

I sondaggi clandestini sulle elezioni comunali di Roma pubblicati da Nota Politica ovviamente non tengono conto del dibattito andato in onda su Sky ieri sera e che sembra aver premiato il candidato del Movimento 5 Stelle De Vito; ma a due giorni dal voto possono comunque essere utili per vedere come si sta evolvendo la situazione.

Fan Marìn parte in testa ma rallenta visibilmente sull’ultima curva e si fa quasi raggiungere dall’azzurro Allez Homme. Fan Marìn termina il miglio in 33,1”, lasciando sul terreno due secondi netti rispetto all’ultima corsa. Biada dal cielo per il cavallo della scuderia Varenne (Allez Homme) che chiude in 32,2”, rallenta di quasi un secondo rispetto alla scorsa settimana.

Tutti e due i candidati di testa quindi perdono punti, e soprattutto – essendo loro i due che con tutta probabilità andranno al ballottaggio – il distacco si assottiglia parecchio. Il tutto va a vantaggio dei due outsider di lusso.

Sprint anche per la terza piazza con il pentastellato De la Vie che con un eccellente 16,1” si porta a casa un platonico bronzo, sopravanzando il blasonato Fijò de Marquin di soli 0,3”. I due cavalli appaiono comunque in ottima forma e in decisa crescita: merito, si dice, di un programma di allenamento particolarmente aggressivo

Ottime prove quindi, per restare sulla metafora sportiva, dei due candidati al di fuori dai partiti tradizionali. Ma difficilmente riusciranno a strappare ai due “cavalli di razza” (…) la seconda manche. E a quel punto, chi sarà avvantaggiato? Difficile a dirsi, anche se entrambi gli outsider sembrano godere di maggiori simpatie a sinistra dello schieramento, cosa che non potrà che penalizzare il sindaco uscente.

I sondaggi clandestini del 22 maggio

I sondaggi clandestini sono tornati. Com’è ormai prassi, appena scatta il black out elettorale, alcuni siti cominciano a modificare un po’ i nomi e il contesto e continuano, di fatto, a fornire le rilevazioni preelettorali. Come già era avvenuto per le politiche 2013, anche in questi giorni è il sito NotaPolitica e (molto probabilmente) la società SpinCon a darci dati aggiornati.

Al Gp del Campidoglio, i fantini i corsa sono quattro:

Da destra a sinistra del vostro teleschermo troviamo: Allez Homme, destrorso cavallo della scuderia Varenne; Fan Marìn, talentuoso purosangue della scuderia Fan Idole e già sorprendente vincitore del “Grand Prix de le Primaire”; Fijò de Marquin con la sua folta chioma (oltre che un pedigree famigliare davvero importante) e, un po’ fuori dagli schemi, De la Vie, il pentastellato amico di Igor Brick e vera incognita del lotto.

Com’è la situazione della gara? Innanzitutto va ricordato che questo Gp si svolgerà sicuramente in due manche:

La spunta Fan Marìn che chiude il miglio in 35.1″ e sul rettilineo finale stacca Allez Homme, brillante fino all’ultima curva, ma leggermente affaticato sul finale. Il purosangue della scuderia Varenne chiude in 32.9″ e peggiora di 0.5″ il suo tempo rispetto all’ultima corsa su questo tracciato. Il distacco tra i due cavalli principali passa quindi da 0.9″ di una settimana fa all’odierno 2.2″. Un margine che garantisce a Fan Marìn la vittoria della prima manche ma che non lo mette al riparo da possibili sorprese nel “ballotage”.

Nonostante la rimonta quindi, il fantino che si trova più a destra non sembra riuscire nella grande impresa, almeno nella prima manche.

Terza piazza per il pentastellato De la Vie, che con 14.5″ corre il miglio in un tempo decisamente inferiore a quanto fece Igor Brick nel Grand Prix nazionale di febbraio. A risultare decisivo per la seconda manche sarà invece Fijò de Marquin: i suoi 13,6″ finali lasciano un po’ l’amaro in bocca ai suoi sostenitori, dopo alcune corse di preparazione corse ad alto livello e potrebbero costringere il blasonato destriero ad un accordo per spingere al secondo turno Fan Marìn e garantirsi qualche posto di rilievo nella formazione della prossima scuderia. Ma potrebbero anche essere in vista clamorosi ribaltamenti di schieramento.

Un po’ di delusione in effetti si registra, dalle parti della scuderia pentastellata: il risultato di De la Vie è decisamente inferiore alle aspettative. Nessuna chance di ballottaggio e probabilmente ruolo ridimensionato anche nei giochi post-gara.

Gli scommettitori sono abbastanza sicuri sull’esito della prima manche e raccontano tutti di un testa a testa tra Fan Marìn e Allez Homme che si risolverà con distacchi di poche lunghezze. Il secondo miglio che, ricordiamolo, si corre a 15 giorni di distanza dal primo, rappresenta invece un’incognita difficilmente decifrabile. Come si comporteranno i sostenitori di Fijò de Marquin? E quelli di De la Vie? L’impressione di molti è che per Allez Homme la strada potrebbe essere terribilmente in salita, considerato che i tifosi delle altre tre scuderie sembrano condividere molte passioni oltre ai cavalli. Ma nel fantastico mondo dell’ippica clandestina le sorprese sono sempre dietro la curva (dell’ippodromo).

I Video di Blogo