Lungomare di Ostia, i Radicali presentano un esposto

Il Consigliere comunale Riccardo Magi: “Restituire il mare ai romani”.

Quella del lungomare di Ostia è una battaglia entrata di diritto tra quelle “storiche” dei Radicali Roma: l’accesso libero al mare dei romani è infatti da anni precluso alla cittadinanza che, anche solo per guardare lo specchio d’acqua che bagna la costa della Capitale, si trovano costretti a trovare una breccia (a pagamento) nel lungomuro per accedere alla propria spiaggia cittadina.

Una situazione pelosa, che incorpora dentro sè l’arroganza, l’incuria, l’abusivismo, la totale assenza di controlli e, di conseguenza, di stato di diritto: dopo aver anche recentemente sensibilizzato il sindaco Ignazio Marino sul tema lungomuro, e dopo la manifestazione di agosto proprio ad Ostia, chiamata “La Breccia di Ostia”, i Radicali Roma hanno presentato questa mattina un esposto alla Procura della Repubblica di Roma, firmato da un centinaio di cittadini partecipanti alla manifestazione del 9 agosto.

L’obiettivo dichiarato è di abbattere le “barriere illegali” e restituire mare e spiaggia alle persone, abitanti di Roma e turisti, che subiscono questo inspiegabile divieto di accesso al pubblico demanio; così Riccardo Magi, consigliere comunale radicale eletto nella lista Ignazio Marino Sindaco, ha spiegato che l’iniziativa nasce dalla recente chiusura, con un lucchetto, un muretto abusivo ed una siepe, dell’unico cancello che permetteva un accesso libero alla spiaggia di Ostia.

In un comunicato del consigliere Riccardo Magi e del Segretario di Radicali Roma Paolo Izzo si è data notizia della presentazione dell’esposto, inserendo l’iniziativa all’interno della storica battaglia contro il lungomuro e per la riqualificazione del litorale romano:

“Da decenni il lungomare di Ostia è recintato da un muro (che ormai chiamiamo “lungomuro”) che impedisce non solo di accedere al mare, ma anche solo di vederlo. Dallo stesso tempo, come Radicali, ci battiamo affinché il lido di Roma sia fruibile a tutti senza bisogno di passare attraverso gli stabilimenti balneari, funzionanti solamente in alcuni orari e chiusi per tutta la stagione invernale. […] Facendo seguito all’incontro pubblico con il sindaco Ignazio Marino, che domenica scorsa ha persino deviato il percorso ufficiale della sua visita a Ostia per accertarsi della scandalosa situazione e ha fatto letteralmente proprie le nostre istanze su come sia necessario “abbattere il lungomuro”, abbiamo deciso di sostenere la sua promessa presentando alla Procura della Repubblica un esposto sottoscritto da un centinaio di cittadini in una precedente manifestazione (9 agosto 2013) denominata “La breccia di Ostia”.”

Nei giorni scorsi era stato lo stesso Magi a complimentarsi con il sindaco per gli impegni assunti domenica scorsa, proprio ad Ostia, quando è stato “rapito” dai militanti radicali che gli hanno mostrato lo scempio del lungomuro: la speranza è di poter tornare a guardare il mare. Anche d’inverno.

Foto | Paolo Izzo

I Video di Blogo