Processo Sarah Scazzi, terza udienza: Ivano Russo e Concetta Serrano tra i testimoni

L’udienza di oggi del processo l’omicidio di Sarah Scazzi sarà dedicata agli interrogatori di sei testimoni chiamati dalla difesa: Ivano Russo e Concetta Serrano in primis


Si torna in aula, questa mattina, davanti alla Corte d’Assise di Taranto, per la terza udienza del processo per l’omicidio di Sarah Scazzi, la 15enne di Avetrana uccisa il 26 agosto dello scorso anno.

Oggi sarà la volta di alcuni testimoni importanti chiamati dalla difesa. Tra questi c’è anche Ivano Russo, il giovane al centro di una contesa tra Sarah Scazzi e la cugina Sabrina Misseri, il presunto movente del delitto. Russo sarà interrogato in aula e dovrà fornire, tra le altre cose, la sua versione dei fatti relativa agli episodi raccontati nel corso della precedente udienza da Angela Cimino e da Stefania De Luca.

Poi, secondo il programma, dovrebbero essere ascoltati anche i genitori di Sarah Scazzi, Concetta Serrano e Giacomo Scazzi, e i tre esercenti dei negozi in cui Sarah e il padre fecero acquisti la mattina del 26 agosto 2010, Pamela Nigro, Anna Lucia Dell’Atti e Salvatore Erroi.

Lo scopo del dibattimento, lo ricordiamo, sarà quello di stabilire se ad uccidere la giovane di Avetrana siano state la zia Cosima Serrano e la cugina Sabrina Misseri, accusate di concorso in omicidio volontario, sequestro di persona e soppressione di cadavere, o, come sostiene la difesa delle due, l’autore del delitto sia Michele Misseri, rispettivamente padre e marito delle due donne, imputato nel procedimento con l’accusa di soppressione di cadavere.

Tra gli altri imputati, oltre ai tre appena citati, si sono Carmine Misseri e Cosimo Cosma, rispettivamente fratello e nipote di Michele Misseri, accusati insieme a lui di soppressione di cadavere; l’avvocato Vito Russo, ex difensore di Sabrina Misseri, che deve rispondere all’accusa di tentato favoreggiamento personale, intralcio alla giustizia e di soppressione di atti veri; Antonio Colazzo, Cosima Prudenzano e Giuseppe Nigro, sono accusati di favoreggiamento del fioraio Giovanni Buccolieri.

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →