Roma, ritrovato cadavere carbonizzato: ucciso a colpi di pistola e dato alla fiamme

Proseguono a 360 gradi le indagini sul cadavere carbonizzato trovato ieri alle porte della Capitale. La vittima è stata uccisa con un colpo di pistola e data alle fiamme.


E’ giallo a Roma dopo il ritrovamento, avvenuto ieri mattina in località Borgo Santa Fumia, in zona Divino Amore, di un cadavere carbonizzato. La vittima, non ancora identificata, sarebbe stata uccisa con un colpo di pistola, poi data alle fiamme forse nel tentativo di cancellare ogni traccia.

A fare maggiore chiarezza sulle cause del decesso e sull’identità del cadavere sarà l’autopsia, già in corso nella Capitale. In attesa dei risultati le indagini proseguono a 360 gradi: sul luogo del ritrovamento gli inquirenti hanno ritrovato alcuni bossoli, un piccolo escavatore in parte bruciato, diverse impronte sul terreno e tracce di sangue che potrebbero non appartenere soltanto alla vittima.

In queste ore, ma sarà l’autopsia a chiarirlo, si è fatta strada l’ipotesi che la vittima potrebbe essere il secondo killer del commerciante cinese Zhou Zeng e della figlia di nove mesi, Joy, ricercato dalle autorità e mai ritrovato. L’altro responsabile di quel duplice omicidio, Mohammed Nasiri, era stato trovato qualche settimana fa, morto in circostanze misteriose.

Le indagini proseguono, affidate al procuratore aggiunto di Roma Pierfilippo Laviani.

Via | RomaTg24
Foto | Il Secolo XIX

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →