Casa di Montecarlo: per i Pm di Roma l’inchiesta è da archiviare

I pubblici ministeri romani Giovanni Ferrara e Pierfilippo Laviani hanno parlato: nella vicenda della vendita della celebre casa di Alleanza nazionale a Montecarlo non c’è stata alcuna truffa e quindi l’inchiesta va archiviata.Nei prossimi giorni spetterà al giudice per le indagini preliminari stabilire se archiviare o meno l’inchiesta, intanto la vicenda che vede coinvolto Gianfranco

I pubblici ministeri romani Giovanni Ferrara e Pierfilippo Laviani hanno parlato: nella vicenda della vendita della celebre casa di Alleanza nazionale a Montecarlo non c’è stata alcuna truffa e quindi l’inchiesta va archiviata.

Nei prossimi giorni spetterà al giudice per le indagini preliminari stabilire se archiviare o meno l’inchiesta, intanto la vicenda che vede coinvolto Gianfranco Fini e la famiglia della sua compagna sembrerebbe sgonfiarsi (benché rimanga da spiegare la coincidenza di una casa venduta e poi stranamente affittata proprio al cognato di Fini).

L’inchiesta sulla ipotetica truffa celata nella vendita della casa di Montecarlo era nata dalla denuncia di alcuni esponenti de La Destra di Francesco Storace e la sua fine renderà felice il leader di Futuro e libertà. Meno allegri saranno invece, immaginiamo, i ragazzi di Libero e Giornale, che tante energie e prime pagine hanno dedicato alla vicenda.