I finiani in Campania? Tutti indagati: il Giornale dimentica che vengono dal Pdl

Talvolta, per essere più realisti del re, si rischia di sfiorare il ridicolo. Ad esempio il Giornale di oggi lancia un giustissimo anatema contro i 10 futuristi della libertà che in Campania hanno lasciato il Popolo della libertà per confluire in Futuro e libertà (insomma hanno abbandonato il popolo per sperare nel futuro).A questi sgherri,


Talvolta, per essere più realisti del re, si rischia di sfiorare il ridicolo. Ad esempio il Giornale di oggi lancia un giustissimo anatema contro i 10 futuristi della libertà che in Campania hanno lasciato il Popolo della libertà per confluire in Futuro e libertà (insomma hanno abbandonato il popolo per sperare nel futuro).

A questi sgherri, a queste persone di dubbie moralità il Giornale di famiglia fa pelo e contropelo, spiegando che la loro sigla è Futuro, libertà e indagati e che, come si suol dire, il migliore c’ha la rogna. Si parte da quello “finito nella vicenda dei finanziamenti regionali per la formazione collegati alla nascita del polo calzaturiero di Ponte Valentino”, si passa a quell’altro “tirato in ballo per problemi relativi a contestazioni erariali” e via dicendo fino “all’insolvenza fraudolenta contestata a un consigliere fuoriuscito dal Pdl”.

Ecco appunto: tutta questa gente, probabilmente colpevoli da carcerare, fino a due giorni fa stava del Pdl. Questi signori sono stati candidati ed eletti su indicazione dei referenti regionali del Pdl e, probabilmente, con l’approvazione diretta del grande Capo. E fino a due giorni fa ogni allusione a indagini e indagati in quel campo sarebbe stata considerata un’ingerenza della magistratura nella politica. Da oggi invece si torna a dar peso alla questione morale: solo per gli altri però…

I Video di Blogo