Omicidio del vigile Niccolò Savarino: estradato il complice di Remi Nikolic

Milos Stizanin, il complice del giovane nomade che investì e uccise il vigile urbano Niccolò Savarino è stato estradato in Italia: è arrivato ieri sera ed è subito stato condotto nel carcere di Rebibbia.

E’ arrivato ieri in Italia il complice di Remi Nikolic, il giovane nomade condannato a 15 anni di carcere per l’omicidio del vigile urbano Niccolò Savarino, investito ed ucciso da un SUV a Milano nel gennaio 2012.

Il giovane serbo, Milos Stizanin, 20 anni, era stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per favoreggiamento: secondo il gip di Milano che ha emesso l’ordinanza il giovane si trovava a bordo del SUV che quella tragica sera investì e uccise l’agente Savarino.

Stizanin, arrestato in Serbia, è arrivato ieri sera a Roma con un volo proveniente da Sarajevo ed è stato subito preso in consegna dalla Polizia di Stato e condotto nel carcere romano di Rebibbia.

Sarebbe stato proprio il giovane serbo a disincagliare la bicicletta della vittima dal SUV subito dopo l’incidente, a occuparsi di nascondere la vettura e preoccuparsi di far fuggire il complice all’estero prima di rendersi irreperibile.

Niccolò Savarino, lo ricordiamo, stava effettuando il normale servizio di controllo in un parcheggio quando fu investito di proposito dal giovane nomade che temeva di essere fermato e arrestato. Il SUV prese in pieno l’agente e lo trascinò per oltre 200 metri, uccidendolo sul colpo.

Foto | © TMNews

I Video di Blogo