Ore 12 – Con la logica del “ghe pensi mi” non si esce dalla … monnezza

Il “miracolo” della monnezza napoletana di Silvio Berlusconi tramutatosi dopo due anni in “inferno” mette in luce il pieno fallimento della politica fatta di improvvisazioni, incompetenze e di propaganda populista. Di fronte alla guerriglia di questi ultimi giorni e ai possibili prossimi rischi di caos, il buon senso dovrebbe portare il Governo a cambiare linea.

Il “miracolo” della monnezza napoletana di Silvio Berlusconi tramutatosi dopo due anni in “inferno” mette in luce il pieno fallimento della politica fatta di improvvisazioni, incompetenze e di propaganda populista.

Di fronte alla guerriglia di questi ultimi giorni e ai possibili prossimi rischi di caos, il buon senso dovrebbe portare il Governo a cambiare linea. Ma è così?

Non pare proprio. Anzi, al Cdm di oggi il premier sembra deciso a usare le maniere forti, convinto che la situazione sia strumentalizzata dai soliti quattro gatti “agitatori” professionali isolati dalla popolazione, pacifica e consenziente.

Così si entra in un vicolo cieco. La protesta esasperata è l’iceberg di una profonda e vasta insoddisfazione delle popolazioni dei comuni vesuviani, deluse per le promesse mai mantenute. Là c’è l’aria irrespirabile, c’è un ambiente deteriorato, c’è un degrado vergognoso che rende la vita quasi impossibile, con rischi di malattie anche gravi.

In quei territori ci sono da sempre discariche senza la bonifica dei siti, con l’impianto di Terzigno mai messo in sicurezza. In un casino del genere, in una zona che fa parte del parco del Vesuvio, il Governo non ha saputo far altro che imporre una seconda discarica a Terzigno, nella cava Vitiello, invaso mai messo in sicurezza.

Che devono fare i cittadini le cui proteste sono sempre state inascoltate perché disturbavano il “ghe pensi mi”, dispensatore di miracoli? Il Governo ha risposto stracciando l’accordo con i comuni campani del 2008 sulle “compensazioni ambientali” e oggi risponde con l’uso della forza.

Chi riprende il bandolo della matassa? Stop alla guerriglia. Ma il Governo cambi linea.