Napoli, sparatoria in strada: ucciso Luigi Aversano

La vittima era vicina al clan Marfella-Mele e l’ipotesi più probabile è che sia stata uccisa nell’ambito della guerra di camorra con il clan Pesce.

Agguato in strada a Napoli, in via Padula, nel quartiere Pianura, dove la notte scorsa il 50enne Luigi Aversano è stato ucciso a colpi di pistola mentre si trovava a bordo del suo scooter.

I killer l’hanno affiancato e hanno esploso diversi colpi contro di lui, almeno uno alla testa e quattro al torace, assicurandolo a morte certa. A nulla è servito il repentino intervento dei soccorsi, Aversano è deceduto poco dopo il suo ricovero all’ospedale San Paolo di Fuorigrotta.

Del caso si stanno occupando i carabinieri della compagnia di Bagnoli, che stanno cercando di ricostruire le frequentazioni e le attività della vittima. Pare che Aversano fosse vicino al clan Marfella-Mele, attivo nell’area, e per questo non si esclude che l’esecuzione sia da collocarsi nella guerra di camorra con il clan Pesce.

Le indagini proseguono.