Omicidio Yara Gambirasio: alcune persone presenti in palestra il 26 novembre 2010 non sono state interrogate

Alcune persone presenti nella palestra di Brembate di Sopra hanno accusato gli inquirenti che si occupano del caso di Yara Gambirasio di non averli mai interrogati.


L’ultima indiscrezione relativa al caso di Yara Gambirasio, la 13enne uccisa il 26 novembre 2010 e ritrovata il 26 febbraio scorso in un campo di Chignolo d’Isola, non va affatto a favore degli inquirenti che da più di un anno di stanno occupando delle indagini.

La sera del 26 novembre due squadre di calcetto erano impegnate in una partita all’interno della palestra di Brembate Sopra, la stessa in cui Yara, prima di scomparire, si era recata per portare uno stereo.

Ovviamente i cellulari di quei giocatori hanno agganciato le celle telefoniche di Brembate ma, stando a quanto emerso nell’ultima puntata di Chi L’Ha Visto?, nessuno di loro è stato mai sentito dagli inquirenti e nessuno di loro è stato chiamato per il tampone del Dna.

Possibile che dei probabili testimoni oculari non siano mai stati ascoltanti nonostante la loro comprovata presenza in palestra quella sera? E’ quello che si sono chiesti quei calciatori ed è la domanda che i giornalisti della trasmissione televisivi hanno rigirato agli inquirenti. A questo punto, prima di avanzare supposizioni o lanciare accuse di qualche genere, è necessario attendere la risposta dei diretti interessati.

Via | BergamoSera

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →