Ridotta la scorta a Belpietro: trasferito l’agente eroe che lo ha salvato

Giusto stamattina il nostro giornale preferito, Libero, riportava l’assurda sparata di Beppe Grillo: la balzana idea, avanzata sulla scia dei tanti dubbi relativi al presunto fallito attentato ai suoi danni, di ridurre la scorta al direttore del quotidiano, Maurizio Belpietro.Eppure la sparata di Grillo deve aver centrato il bersaglio (il genovese ha una mira evidentemente


Giusto stamattina il nostro giornale preferito, Libero, riportava l’assurda sparata di Beppe Grillo: la balzana idea, avanzata sulla scia dei tanti dubbi relativi al presunto fallito attentato ai suoi danni, di ridurre la scorta al direttore del quotidiano, Maurizio Belpietro.

Eppure la sparata di Grillo deve aver centrato il bersaglio (il genovese ha una mira evidentemente migliore di certi terroristi e di alcuni agenti), dato che la scorta di Belpietro sarebbe stata riportata alla normalità (dopo il rafforzamento seguito all’attentato) e l’agente eroe che ha sventato il vile attacco è stato assegnato ad altro incarico.

Ma come, a pochi giorni da un tentativo di omicidio ai danni del direttore di un giornale scomodo e in prima linea nel denunciare i crimini e l’incapacità di un governo di comunisti (non appena ne arriverà uno…) la sua scorta viene riportata alla normalità e il suo salvatore viene trasferito?? Questo è un evidente messaggio ai terroristi che ora sapranno di poter agire indisturbati.