La fiducia nel Governo crolla al 30%. Berlusconi in caduta libera

Il tentativo disperato del Premier Silvio Berlusconi di evitare le elezioni e andare avanti nonostante tutto sta registrando una ricaduta tombale sulla fiducia che i cittadini esprimono al Governo.Secondo gli ultimi dati, ben analizzati oggi da Renato Mannheimer sul Corriere, il Governo si attesta al 30% (a marzo si era ancora al 39), mentre il

di luca17


Il tentativo disperato del Premier Silvio Berlusconi di evitare le elezioni e andare avanti nonostante tutto sta registrando una ricaduta tombale sulla fiducia che i cittadini esprimono al Governo.

Secondo gli ultimi dati, ben analizzati oggi da Renato Mannheimer sul Corriere, il Governo si attesta al 30% (a marzo si era ancora al 39), mentre il Pdl crolla addirittura sotto lo “zoccolo duro” finendo al 29%.

Da notare che persino tra i votanti la maggioranza un buon 26% dichiara di aver perso la fiducia e – dato ancor più significativo – i leghisti sono ancor più irrequieti, esprimendo un dato ancor più elevato.

In queste condizioni davvero non si vede che aspettative possa avere Berlusconi dal mantenimento in vita di un malato terminale. Soltanto il ricorso a elezioni anticipate il prima possibile potrebbe rivitalizzare un esecutivo che la defezione finiana ha drammaticamente indebolito. E se il Cavaliere teme di perdere, ben presto si accorgerà che il rischio val bene la candela, vista l’irrequietudine che già ora il Fli sta dimostrando su tematiche come la giustizia.

Appuntamento a marzo, dunque, anche per assistere all’appassionante testa a testa tra Di Pietro e Grillo… e non è affatto detto che la spunti il primo.