Napoli, omicidio: Patrizio Serrao ucciso in un agguato a Melito

Altro agguato nel Napoletano, a Melito: 4 i morti ammazzati dall’inizio dell’anno. L’ultimo è Patrizio Serrao, 54 anni. È faida di camorra?


Altro omicidio dalle modalità camorristiche nella zona a Nord di Napoli. Martedì notte è stato ucciso a Melito Patrizio Serrao, 54 anni, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo stava tornando a casa quando è stato raggiunto da una scarica di colpi di pistola calibro 9. L’arma che ha freddato Serrao secondo i primi rilievi è la stessa che ha dato la morte, la settimana scorsa, a Rosario Tripicchio, assassinato a Giugliano.

Secondo gli investigatori l’area nord, e a nord, di Napoli è a rischio faida di camorra. Di nuovo, come nel 2004-2005 quando la faida di Scampia fece più di 60 morti ammazzati. Clan Di Lauro contro Scissionisti, in ballo la più grande piazza di spaccio d’Europa.

Potrebbe essere che il gruppo uscito sconfitto – i Di Lauro, alla cui guida ci sarebbe il super latitante Marco Di Lauro – si sia messo in testa di recuperare parte del territorio perduto, parte delle piazze della droga della zona settentrionale. Ma, si leggeva ieri su La Repubblica Napoli, non è escluso che sia in atto uno scontro – finora rimasto più o meno sotto traccia – interno agli Scissionisti. Le nuove leve contro i vecchi boss. 


In questo contesto potrebbe inserirsi anche il duplice omicidio avvenuto sempre a Melito martedì. I cadaveri di due persone sono stati trovati carbonizzati in un’automobile data alla fiamme nei pressi del cimitero.

Foto | © TMNews