India, finti dottori sterilizzano 53 donne in 2 ore: tre arresti

Tre finti medici sono stati arrestati in India con l’accusa di aver condotto operazioni chirurgiche illegali e non autorizzate: hanno sterilizzato 53 donne in appena 2 ore.


Tre persone sono finite in manette in India, nello stato nord-orientale di Bihar, per aver praticato, senza alcuna licenza medica ed in condizioni precarie, ben 53 sterilizzazioni tubariche ad altrettante donne nel giro di appena 2 ore.

I tre finti medici, lo confermano le autorità locali, hanno raggiunto un villaggio nel distretto di Araria e, per motivi ancora da accertare, hanno offerto ad ogni donna lì residente che avesse accettato di sottoporsi all’intervento una somma pari a circa 8 euro e medicinali gratis.

In 53 hanno accettato e gli interventi di chiusura delle tube sono stati praticati in fretta e furia, in un campo e senza l’uso di anestesia. Molte delle donne hanno riportato delle complicazioni e sono state ricoverate in pronto soccorso. Da lì si è scoperta l’assurda vicenda.

Le tre persone finite in manette – Gopal Jha, Prakash Jha e Ramanand Jha – sono accusate di aver condotto operazioni illegali e non autorizzate. Farebbero parte, stando al quotidiano Indian Express, di un’organizzazione non governativa chiamata Jai Ambe Welfare Society, autorizzata dal governo locale di Bihar, ma operante ad insaputa del Ministero della Sanità indiano.

Non è la prima volta che viene registrato un caso simile. Si stima che la Jai Ambe Welfare Society abbia già operato più di 1.500 donne tra i distretti di Purnia e Araria. La speranza delle autorità è che, con questi arresti, tali procedure siano soltanto un ricordo passato.

Via | BBC e Indian Express
Foto | Panoramio