Esteri: il giro del mondo in tremila battute

Medio Oriente: Afghanistan, Stati Uniti e Karzai trattano con il clan Haqqani. La notizia è stata data in esclusiva dal quotidiano britannico Guardian e conferma come la nuova strategia degli Stati Uniti e del Governo afghano sia trattare direttamente con alcuni settori dei Taliban per raggiungere compromessi sul processo di pace e la stabilizzazione del

Medio Oriente: Afghanistan, Stati Uniti e Karzai trattano con il clan Haqqani. La notizia è stata data in esclusiva dal quotidiano britannico Guardian e conferma come la nuova strategia degli Stati Uniti e del Governo afghano sia trattare direttamente con alcuni settori dei Taliban per raggiungere compromessi sul processo di pace e la stabilizzazione del paese.

Il Guardian rivela che, nel corso dell’estate, il Governo di Karzai ha intrattenuto colloqui diretti con membri di spicco del clan Haqqani, strettamente legato ad Al Qaida e considerato uno dei più temibili gruppi insorgenti afghani.

Una fonte ufficiale pakistana ha rivelato sotto anonimato che non sarebbe errato dire che stanno avendo luogo colloqui tra Stati Uniti, Governo afghano e clan Haqqani, ma ha rifiutato di fornire ulteriori dettagli. Il Dipartimento di Stato Usa non ha, per ora, fornito risposte in merito.

Medio Oriente: Yemen, due attacchi terroristici di Al Qaida contro gli europei. Due diversi attentati hanno avuto luogo ieri a Sanaa, capitale dello Yemen. Il primo attacco, probabilmente condotto con un razzo, ha colpito un veicolo sui cui viaggiavano cinque diplomatici dell’ambasciata britannica.

Il Foreign Office britannico ha reso noto che tra i diplomatici non ci sarebbero state vittime, ma solo alcuni feriti Nel secondo caso, una guardia di sicurezza yemenita ha aperto il fuoco contro la sede locale della compagnia petrolifera austriaca OMV, uccidendo un cittadino francese che vi lavorava.

L’Ambasciata yemenita a Washington ha condannato duramente l’attacco, dichiarando che le azioni dei militanti di Al Qaida non diminuiranno l’impegno dello Yemen nel combattere il terrorismo e aggiungendo che anche civili e forze di sicurezza locali sono risultate vittime delle violenze dei fondamentalisti.

Il Foreign Office britannico ha fatto sapere che il “vergognoso attentato” non farà che raddoppiare l’impegno della Gran Bretagna nell’aiutare il Governo dello Yemen a sostenere le sfide che il paese deve affrontare.