Avellino, omicidio Fabiola Speranza: si è costituito il marito Michele Naccarelli

Michele Naccarelli ha confessato di aver ucciso la moglie Fabiola Speranza con sette colpi di pistola al termine di una lite.


Si può già considerare risolto il caso dell’omicidio di Fabiola Speranza, la donna di 45 anni uccisa con sette colpi di pistola nella sua abitazione in contrada Pettirosso ad Atripalda, in provincia di Avellino. Il marito – e padre dei suoi tre figli – Michele Naccarelli, 47 anni, si è costituito ed ha confessato tutto.

L’ha fatto al termine di una lite, l’ennesima da qualche tempo a questa parte. Naccarelli, come da lui ammesso una volta arrivato in caserma, ha preso la pistola da lui regolarmente detenuta ed ha aperto il fuoco contro la moglie che, forse dopo aver intuito le sue intenzioni, ha provato a fuggire.

Dopo averle sparato fino a scaricare la pistola, l’uomo ha allertato le autorità e si è lasciato arrestare. Il movente è ancora da accertare, anche se si ipotizza che alla base del gesto potessero esserci motivi economici. Naccarelli, ipotizza il quotidiano locale Atripalda News, temeva di perdere il posto di lavoro.

Foto | Campania Su Web

I Video di Blogo