Futuro e Libertà e An: caccia all’eredità

Tanto si è parlato della nuova proposta politica di Futuro e Libertà, rilanciata dalla costituzione ufficiale del partito ieri a Roma, da perdere di vista un elemento fondamentale della questione: i soldi.Ogni forza politica ha evidentemente bisogno del vil denaro per fare fronte alle sue molteplici attività, ma dove lo prende l’Fli, che come partito

di luca17


Tanto si è parlato della nuova proposta politica di Futuro e Libertà, rilanciata dalla costituzione ufficiale del partito ieri a Roma, da perdere di vista un elemento fondamentale della questione: i soldi.

Ogni forza politica ha evidentemente bisogno del vil denaro per fare fronte alle sue molteplici attività, ma dove lo prende l’Fli, che come partito di nuova costituzione non può contare su altro che i finanziamenti (esigui) ai gruppi parlamentari delle due camere?

Ecco perché un ruolo fondamentale lo svolgerà ora il contenzioso aperto sull’eredità di AN, che già risultava difficile da spartire ai tempi del Pdl. Figuriamoci adesso.

Le cifre. Parliamo di una settantina di immobili (perlopiù sedi di sezione) per un valore stimato intorno ai 400 milioni di euro. A questi ne vanno aggiunti un altro centinaio di liquidi per un totale di mezzo miliardo circa.

Per decidere sulla vertenza mercoledì si riunirà il comitato dei garanti della fondazione An. Purtroppo però nel comitato i finiani si trovano in netta minoranza, solo tre su nove componenti… tempi duri per i futuriani.