Omicidio Sarah Scazzi, al via il processo: tutti gli imputati sono presenti in aula

Oggi prima udienza del processo di primo grado per l’omicidio di Sarah Scazzi: verranno stabilite le parti civili e i testimoni che saranno chiamati a deporre.


E’ iniziato questa mattina davanti alla Corte d’Assise di Taranto il processo di primo grado per l’omicidio di Sarah Scazzi, la 15enne di Avetrana uccisa il 26 agosto dello scorso anno.

L’udienza di oggi sarà principalmente tecnica: si stabiliranno le parti civili – la famiglia Scazzi e, forse, il Comune di Avetrana – e le richieste dei testimoni da parte delle varie parti (si ipotizza un totale di circa 200 testimoni). Verrano anche stabilite le date delle prossime udienze.

I nove imputati sono presenti in aula, a partire dalle due figure chiave: Sabrina Misseri e sua madre Cosima Serrano, accusate è di concorso in omicidio volontario, sequestro di persona e soppressione di cadavere.

Gli altri imputati, lo ribadiamo, sono Michele Misseri, rispettivamente padre e marito delle due donne, che deve rispondere all’accusa di soppressione di cadavere insieme al fratello e al nipote Carmine Misseri e Cosimo Cosma; l’avvocato Vito Russo, ex difensore di Sabrina Misseri, che deve rispondere all’accusa di tentato favoreggiamento personale, intralcio alla giustizia e di soppressione di atti veri, mentre Antonio Colazzo, Cosima Prudenzano e Giuseppe Nigro sono accusati di favoreggiamento del fioraio Giovanni Buccolieri, la cui posizione è stata stralciata prima dell’udienza preliminare.

Maggiori dettagli saranno resi noti nel corso della giornata.

Via | Gazzetta del Mezzogiorno

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →