Primo affondo del Pdl contro Fli: rivedere la composizione del Copasir

Oggi torniamo ad occuparci di strategia elettorale per analizzare i veri motivi che stanno dietro un atto apparentemente banale come la lettera inviata dai capigruppo del Pdl alle camere Fabrizio Cicchitto e Maurizio Gasparri ai rispettivi presidenti delle Camere Gianfranco Fini e Renato Schifani.Le missive chiedono di «riconsiderare la composizione del Copasir» alla luce della

di luca17

Oggi torniamo ad occuparci di strategia elettorale per analizzare i veri motivi che stanno dietro un atto apparentemente banale come la lettera inviata dai capigruppo del Pdl alle camere Fabrizio Cicchitto e Maurizio Gasparri ai rispettivi presidenti delle Camere Gianfranco Fini e Renato Schifani.

Le missive chiedono di «riconsiderare la composizione del Copasir» alla luce della costituzione del gruppo di Futuro e Libertà. Ricordiamo infatti che l’organismo, il cui compito è vegliare sulla sicurezza della Repubblica, viene formato su base proporzionale in rapporto alle varie formazioni che siedono in Parlamento.

E ora evidentemente vi risiede una spoporzione numerica in favore dei membri finiani. L’atto, apparentemente dovuto, rappresenta un atto di guerra strisciante nei confronti dei finiani, perché apre la porta alla riconsiderazione di tutte le commissioni, da una parte e dall’altra. Un fatto che porterebbe a infinite discussioni e alla paralisi di fatto di entrambe le camere.

Non per niente i “futuriani” si sono immediatamente opposti alla richiesta, sottolineando di essere componenti a tutti gli effetti se non del Pdl, almeno della maggioranza… ma si sa, è sempre da una piccola scintilla che nasce un incendio.