Torre del Greco: latitante arrestato nel deposito di un bar

Con il ricercato Adriano Manca è stato arrestato anche il titolare del bar, accusato di favoreggiamento.

17.53 – Ha provato a negare la sua identità Adriano Manca mentre i finanzieri lo arrestavano, con lui ancora in pigiama, nel retrobottega del bar adibito ad alloggio di fortuna. Il presunto narcotrafficante del clan Cavalieri, è destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa il 16 luglio scorso per associazione a delinquere finalizzata al traffico di droga. Nell’inchiesta coordinata dalla Dda partenopea sono 46 in tutto gli indagati di cinque diversi clan che secondo l’accusa avevano fatto cartello per importare la cocaina da Santo Domingo e Spagna.

Era sfuggito alcuni giorni fa all’arresto Adriano Manca, 34enne accusato di essere un narcotrafficante e un affiliato di spicco di un clan camorristico del Vesuviano.

L’uomo è stato ammanettato dagli agenti della Guardia di finanza questa mattina nel retrobottega di un bar della zona litoranea di Torre del Greco (Napoli) trasformato in alloggio per latitanti. Il deposito era stato attrezzato di una brandina per dormire, viveri di vario genere, effetti personali e per l’igiene della persona, indumenti e televisione.

Il blitz è stato eseguito dalla Fiamme gialle del comando provinciale di Napoli, che hanno condotto le indagini sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia di Napoli.

Con il presunto trafficante di droga è stato arrestato anche il titolare del bar, per l’accusa di favoreggiamento personale. Manca dovrà adesso rispondere dell’ipotesi di reato di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope.

© Foto TMNews

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →