Elio Germano: un romano a Cannes

Un operaio edile, un padre solo con tre figli piccoli che passa sopra alle regole e alle morti bianche, un grande Elio Germano, miglior attore per il film di Daniele Luchetti La nostra vita, da venerdì nelle sale italiane, un giovane romano che ci rende fieri da un po’, e orgogliosi alla 63esima edizione del

di cuttv

Un operaio edile, un padre solo con tre figli piccoli che passa sopra alle regole e alle morti bianche, un grande Elio Germano, miglior attore per il film di Daniele Luchetti La nostra vita, da venerdì nelle sale italiane, un giovane romano che ci rende fieri da un po’, e orgogliosi alla 63esima edizione del Festival di Cannes.

Prix d’interprétation masculine Ex aequo con Javier Bardem, nei panni di un altro padre solo che cede ai compromessi in Biutiful di Gonzalez Inarritu, Germano ha ricevuto il premio ringraziando il regista, la produzione e tutti gli italiani:

“siccome i nostri governanti in Italia rimproverano sempre al nostro cinema di parlare male della nostra nazione, io volevo dedicare questo premio all’Italia, e agli italiani, che fanno di tutto per rendere l’Italia un paese migliore nonostante la loro classe dirigente”.
… romano doc …