Treviso, 17enne spara al padre: è gravissimo

Ancora da chiarire i motivi del folle gesto. La pistola utilizzata era di proprietà del genitore, un’arma di piccolo calibro regolarmente detenuta.

Sta lottando tra la vita e la morte, ricoverato all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, l’uomo di 76 anni aggredito ieri a colpi di pistola dalla figlia adolescente al termine, pare, di un’accesa lite in famiglia.

E’ accaduto ieri pomeriggio a Cusignana di Giavera del Montello, in provincia di Treviso. Padre e figlia si trovavano da soli a casa quando la 17enne, per motivi ancora da chiarire, ha sottratto al padre una pistola di piccolo calibro regolarmente detenuta ed ha esploso intenzionalmente contro di lui almeno tre colpi, raggiungendolo alla testa, a un braccio e a una gamba.

Le condizioni di Ladis Boranga, 76 anni, sono parse gravi fin dai primi istanti. E’ stato soccorso dai medici del Suem 118 e trasportato in elicottero in ospedale, mentre la figlia è stata fermata con l’accusa di tentato omicidio.

Del caso si stanno occupando i carabinieri della locale squadra mobile, che stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto e rintracciare un possibile movente. La moglie e l’altro figlio della vittima, fanno sapere gli inquirenti, si trovavano in Brasile da alcuni parenti.