“Retake Rome”: le ‘maratone’ per ripulire i muri dei quartieri dalle scritte vandaliche

Una specie di ‘maratona’ con lo scopo di ripulire i muri della Capitale dalle scritte vandaliche. Si chiama Retake Rome ed è un’iniziativa apolitica, apartitica, no-profit e itinerante che partirà oggi da piazza Ss Pietro e Paolo per fare tappa a viale Beethoven e viale America, lungo tutto il quartiere Eur. Stessa iniziativa nella giornata


Una specie di ‘maratona’ con lo scopo di ripulire i muri della Capitale dalle scritte vandaliche. Si chiama Retake Rome ed è un’iniziativa apolitica, apartitica, no-profit e itinerante che partirà oggi da piazza Ss Pietro e Paolo per fare tappa a viale Beethoven e viale America, lungo tutto il quartiere Eur.

Stessa iniziativa nella giornata di domani nel municipio XX, con appuntamento a piazza Saxa Rubra. Come funziona? Ci si iscrive, i partecipanti vengono divisi in squadre mentre l’Ama distribuisce il materiale per la pulizia: detergenti, spazzole, mascherine protettive, pennelli ed idro-pulitrici.

Lo scopo è -evidentemente- quello di sensibilizzare la cittadinanza a mantenere il decoro urbano: la gara e la successiva premiazione del pomeriggio sono poco più di un pretesto. Numerose le adesioni (si parla già di oltre cento volontari) anche se i cittadini, attraverso la portavoce di Retake Roma Anna Puliarto, precisano:

Noi non siamo contro i writers ma contro le scritte vandaliche che distruggono i nostri muri.

I Video di Blogo