Travaglio attacca Schifani, per lui critiche bipartisan

Critiche bipartisan per Marco Travaglio che sabato sera, al termine dell’intervista con Fabio Fazio a ‘Che tempo che fa’ (Rai3) aveva attaccato Renato Schifani ricordando che il neo presidente del Senato in passato aveva avuto rapporti con persone condannate per mafia.Ieri, per tutta la giornata, si sono susseguite dichiarazioni di esponenti del Pdl che lamentavano

Critiche bipartisan per Marco Travaglio che sabato sera, al termine dell’intervista con Fabio Fazio a ‘Che tempo che fa’ (Rai3) aveva attaccato Renato Schifani ricordando che il neo presidente del Senato in passato aveva avuto rapporti con persone condannate per mafia.

Ieri, per tutta la giornata, si sono susseguite dichiarazioni di esponenti del Pdl che lamentavano l’uso strumentale e diffamatorio (Gasparri) del servizio pubblico da parte di Travaglio senza la possibilità di contraddittorio.

A difendere il giornalista dell’Unità (preso di mira anche dalla Finocchiaro, Pd) solo il leader dell’Italia dei Valori Antonio Di Pietro che esprime solidarietà a Travaglio in quanto “ha fatto semplicemente il suo dovere raccontando quel che sono i fatti”. E, entrando nel merito della questione, Di Pietro aggiunge: si tratta di “episodi che non possono essere cambiati o taciuti solo perchè, da un giorno all’altro, una persona diventa presidente del Senato oppure, e solo per questo, cancellare con un colpo di spugna la sua storia ed il suo passato”.

In serata, poi, Schifani affida il suo commento ai microfoni del Tg1. Parla di “fatti inconsistenti e manipolati che non hanno dignità di generare sospetti” e, sostiene che, in questo modo, qualcuno “voglia minare il dialogo e il confronto costruttivo che ha caratterizzato l’inizio di questa legislatura”.