Omicidio Domenico Molino a Porto San Paolo: sospetti su un amico

Porto San Paolo: le indagini sull’omicidio di Domenico Molino avrebbero preso una direzione precisa: sospetti su un amico.

di remar


Ucciso con due colpi di fucile esplosi a bruciapelo che l’hanno centrato alla schiena e all’addome. È stata eseguita l’autopsia sul corpo di Domenico Molino, il 55enne trovato cadavere tre giorni fa nelle campagne di Ovilò, borgata di Porto San Paolo, provincia di Olbia-Tempio.

Non si è trattato di un tragico incidente di caccia, come pure era stato ipotizzato in un primo momento. Molino sarebbe rimasto vittima di un agguato, qualcuno lo aspettava con un fucile in mano. Gli investigatori non escluderebbero che l’omicidio possa essere stato compiuto da un amico della vittima, come riporta L’Unione Sarda:

Il delitto è stato commesso nel luogo in cui è stato trovato il corpo, vicino al suo podere in località Sa Silvaredda. Gli inquirenti non escludono che Molino abbia visto il suo assassino prima di morire, ma non abbia capito che quello che riteneva un amico era pronto ad ucciderlo. I Carabinieri continuano gli interrogatori delle persone che in un modo o nell’altro hanno avuto a che fare con la famiglia Molino, ma sull’attività investigativa permane il più stretto riserbo.

Le indagini sono coordinate dal pm della Procura di Tempio Pausania, Riccardo Rossi.

Via e foto | L’Unione Sarda

I Video di Blogo