Roma, spari in strada: gambizzato il pluripregiudicato Gioacchino Agliano

Il pluripregiudicato Gioacchino Agliano è stato gambizzato oggi a Tor Bella Monaca da due killer a volto coperto. Le indagini sono iniziate subito e al momento ogni pista è ritenuta valida.


Ancora un’aggressione a Roma, l’ennesima dall’inizio dell’anno ad oggi, a pochi giorni dall’agguato in cui ha perso la vita il 38enne Marco Attini. Stavolta è accaduto in largo Ferruccio Mengaroni, a Tor Bella Monaca, in pieno giorno.

Gioacchino Agliano, 50enne con precedenti per rapina, spaccio, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, è stato avvicinato da due uomini a volto coperto che hanno aperto il fuoco contro di lui.

Due dei tre proiettili esplosi hanno raggiunto l’uomo alla gamba sinistra, poi sembra che l’arma si sia inceppata e i due killer siano fuggiti pur sapendo di non averlo ucciso.

Agliano è stato subito soccorso ed è stato trasportato in ospedale a Tor Vergata, dove è stato sottoposto ad un intervento d’urgenza. L’operazione è andata bene e, stando all’ultimo bollettino medico, l’uomo non è in pericolo di vita.

E mentre le indagini per rintracciare i due killer ed identificare il movente dell’agguato continuano, si riaccendono i riflettori sull’emergenza crimine nella Capitale. Marco Miccoli, segretario del Pd Roma, ha così commentato:

Ormai a Roma è in corso una guerra tra bande, siamo sempre più preoccupati perché Roma ormai appare come una città allo sbando, senza una guida che garantisca la sicurezza per i cittadini.

Anche Giorgio Ciardi, delegato del sindaco Gianni Alemanno per la sicurezza, ammette l’esistenza di un problema:

Ostinarsi a voler puntare il dito su Alemanno oltre che completamente inutile, mistificatorio e demagogico, non risolve in nessun modo il problema.

Via | Il Tempo e Il Messaggero

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →