“Index Urbi”: al via la prima edizione della Festa dell’Architettura

Promossa dall’Ordine degli Architetti di Roma, dalla Casa dell’Architettura e dall’assessorato alla Cultura del Comune di Roma, “Index Urbis” è la prima edizione della “Festa dell’Architettura” e prenderà il via dal 9 al 12 giugno in varie sedi della Capitale.Con in mente la convinzione che un buon progetto e una buona architettura sono semplicemente condizioni


Promossa dall’Ordine degli Architetti di Roma, dalla Casa dell’Architettura e dall’assessorato alla Cultura del Comune di Roma, “Index Urbis” è la prima edizione della “Festa dell’Architettura” e prenderà il via dal 9 al 12 giugno in varie sedi della Capitale.

Con in mente la convinzione che un buon progetto e una buona architettura sono semplicemente condizioni necessarie, anche se non sufficienti, per affrontare i problemi di funzione e rappresentazione delle città, “Index Urbis si rivolge soprattutto al pubblico dei romani curiosi per offrire accesso ai meccanismi di costruzione della città e alle sue nuove geografie. Il tutto sarà arricchito da circa cinquanta eventi collaterali che coinvolgeranno gallerie, istituzioni culturali, associazioni con mostre e varie iniziative.

Per esplorarla, ci si affiderà agli “sguardi” di protagonisti della creatività, della cultura e della comunicazione, talvolta più efficaci di quelli degli architetti. Tra le personalità presenti: Alvaro Siza, che terrà la lectio magistralis d’apertura alla Casa dell’Architettura, Barnard Tschumi, archi-star del Museo dell’Acropoli di Atene, Edoardo Soto de Moura, che ha firmato la metropolitana di Porto, Richard Burdett progettista urbanista di Londra e James Corner, l’autore della famosa Hi-Gren Line di New York. Tutto con lo scopo di creare un filo diretto tra Roma il mondo, anche da un punto di vista urbanistico.