‘Ndrangheta: arrestato il latitante Labate

Condannato a vent’anni di carcere, era inserito nella lista dei 100 latitanti più pericolosi.

di andreas

Pietro Labate, 62 anni, è stato arrestato ieri sera dagli uomini della Polizia di Reggio Calabria. Labate, 62 anni, è considerato il capo dell’omonima cosca di ‘Ndrangheta ed è inserito nella lista dei 100 latitanti più pericolosi d’Italia del ministero dell’Interno.

La sua cosca opera nel quartiere Gebbione di Reggio Calabria, e proprio a Gebbione Labate si trovava quando si è accorto di essere inseguito dalla Polizia. L’uomo ha inizialmente cercato la fuga, ma è stato subito fermato dagli agenti della squadra mobile.

Labate era latitante da più di due anni, dall’aprile 2011, quando riuscì a sfuggire alla cattura durante l’operazione antimafia chiamata Archi. Nei suoi confronti ci sono accuse di associazione mafiosa ed estorsione e nel luglio 2012 è stato condannato in primo grado a 20 anni di carcere.

Ultime notizie su Ndrangheta

Tutto su Ndrangheta →