Palermo: 18 arresti per rapina

La banda agiva in modo molto violento: alcuni degli arrestati avrebbero persino malmenato un disabile in carrozzina per poi rubargli tremila euro.

Sono in tutto 18 gli arresti eseguiti questa mattina dalla sezione antirapina della Squadra Mobile di Palermo a carico di altrettante persone accusate di una serie di rapine in casa e in esercizi pubblici commesse tra il 2009 e il 2011.

Tutti i fermati, tranne tre a cui sono stati concessi domiciliari, sono finti in carcere in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Palermo Michele Alajmo.

La gang, secondo quanto accertato dagli investigatori, aveva un modo di agire molto violento: alcuni degli arrestati avrebbero persino malmenato un disabile in carrozzina nel suo appartamento per poi rubargli 3.000 euro.

L’operazione della Mobile, denominata Noxae, ha fatto finire in manette presunti boss e gregari dell’organizzazione. Alle indagini hanno collaborato tre componenti della banda di rapinatori che hanno spiegato nei dettagli come il gruppo operava e sceglieva i suoi obiettivi: negozi, farmacie, supermercati, rivendite di tabacchi, gioiellerie, appartamenti.

Il colpo più eclatante è stato sicuramente quello alla gioielleria Basile di via Quintino Sella, per un bottino di 400.000 euro in gioielli. A coordinare l’inchiesta i pubblici ministeri Siro De Flammineis, Francesco Grassi e il procuratore aggiunto Maurizio Scalia.

© Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati