Cassazione, pena ridotta per Vanna Marchi e la figlia Stefania Nobile

La Corte di Cassazione ha ridotto le pene per Vanna Marchi e per la figlia Stefania Nobile: il fine pena sarà tra un anno e mezzo per la madre e tra 4 mesi per la figlia


Ancora uno sconto di pena per l’ex teleimbonitrice Vanna Marchi e la figlia Stefania Mobile. Lo ha stabilito ieri la Quinta sezione penale della Cassazione che ha accolto la richiesta della Procura della Suprema Corte ed ha considerato come un “unicum” i vari comportamenti illeciti delle due donne.

Tre erano i procedimenti a carico delle due donne: uno per sei truffe, uno per associazione per delinquere finalizzata alla truffa e uno per la bancarotta della società Asce.

Per quest’ultima accusa erano stata condannate in appello a 14 anni (la madre) e a 12 anni e 10 mesi (la figlia). Ieri la Cassazione ha stabilito che dovranno scontare rispettivamente 9 anni e 6 mesi e 8 anni e un mese.

A queste condanne bisogna sottrarre gli anni di carcere già scontati dalle due donne e i vari sconti ottenuti. Questo significa che il fine pena è decisamente vicino: Vanna Marchi sarà una donna libera tra un anno e mezzo, mentre la figlia tra appena 4 mesi.

E mentre quest’ultima si trova ai domiciliari per motivi di salute, la madre è in semilibertà dallo scorso 7 ottobre e, ne avevamo parlato, lavora a Milano nel bar del genero.

Il loro legale, Liborio Cataliotti, ha espresso massima soddisfazione per la decisione della Cassazione ed ha annunciato l’intenzione di chiedere l’affidamento in prova ai servizi sociali e la loro liberazione.

I Video di Blogo